Coronavirus

Coronavirus, ora le analisi dei tamponi si fanno anche all'ospedale di Sondrio

Il laboratorio del capoluogo è stato accreditato per svolgere la delicata procedura. Per ora si eseguono una trentina di esami al giorno per rispondere alle richieste urgenti

Dalla giornata di giovedì 16 aprile 2020 il laboratorio di analisi dell'Asst Valtellina e Alto Lario esegue anche le analisi per i tamponi covid-19: una operatività ancora limitata nei numeri ma fondamentale per garantire esiti immediati per le urgenze e per i pazienti ricoverati presso gli Ospedali di Sondrio e di Sondalo.

Sullo strumento per la biologia molecolare fornito dalla Regione Lombardia operano, a turni di uno, sette tecnici con competenze specifiche, che si alternano sulle 24 ore. Per il momento i tamponi analizzati sono una trentina al giorno ma è già stata avanzata la richiesta per ottenere un altro strumento, analogo a quello utilizzato, per raddoppiare la capacità di analisi.

«Sin dall'inizio dell'emergenza sanitaria ci siamo proposti per l'analisi dei tamponi covid-19 - sottolinea il dottor Antonio Croce, direttore del laboratorio -, provvedendo a realizzare all'interno del laboratorio un apposito locale per installare lo speciale strumento, avendo avuto la disponibilità dei nostri tecnici, in parte già in possesso delle necessarie competenze, in parte addestrati, a lavorare al di fuori del normale orario di lavoro, notti comprese. È seguito il percorso di certificazione fino all'arrivo dell'apparecchio che al momento ci consente di soddisfare le richieste urgenti che riguardano ad esempio le partorienti o altre emergenze». 

Le analisi

La procedura è delicata, in quanto viene trattato materiale infetto che deve essere manipolato con cura, e gli operatori la eseguono dotati di tutti i dispositivi di protezione individuale richiesti per il covid-19. Un lavoro articolato che prosegue a pieno ritmo per l'intera équipe del dottor Croce, formata da due medici, sette biologi e 29 tecnici, oltre al personale infermieristico che effettua i prelievi e agli amministrativi impegnati nel disbrigo delle pratiche, con Francesca Beldi nel ruolo di coordinatore.

Il laboratorio, infatti, lavora a pieno organico occupandosi di tutte le pratiche relative all'accettazione e all'invio dei tamponi ai laboratori di fuori provincia, quindi della gestione dei referti e della comunicazione agli utenti. Ci sono stati frangenti in cui era difficile trovare laboratori disponibili ad analizzare i tamponi, fino a duecento nella sola provincia di Sondrio, con invii che non venivano accettati per i quali era necessario ripetere la procedura.

«Tutti gli operatori del laboratorio si sono distinti per la qualità del lavoro svolto, per l'impegno e la disponibilità - aggiunge il dottor Croce -: di fronte a numeri che aumentavano di giorno in giorno hanno lavorato senza sosta per garantire le risposte attese degli utenti, svolgendo un ruolo importante nell'emergenza sanitaria».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, ora le analisi dei tamponi si fanno anche all'ospedale di Sondrio

SondrioToday è in caricamento