Coronavirus a Montagna, Baldini: «Calma, corretta la gestione della situazione»

Isolamento per la persona coinvolta e per i suoi familiari

Montagna in Valtellina (Foto di Silvano Lamperti/FB)

«Cari concittadini e concittadine, vi comunico che nel nostro paese è stato riscontrato un caso di positività al test da coronavirus, a seguito del quale sono stati attivati tutti i protocolli necessari riguardanti il sistema di prevenzione e controllo sanitario. Desidero precisare che la persona risultata positiva al test è rientrata da Codogno il giorno venerdì 21 febbraio e il giorno successivo è stata correttamente attivata la procedura per la prevenzione della diffusione del virus tramite la sorveglianza domiciliare monitorata, con conseguente isolamento presso la propria abitazione». Si apre così il comunicato diffuso da Barba Baldini, sindaco di Montagna in Valtellina, volto a chiarire la situazione e a tranquillizzare i proprio cittadini dopo la diffusione della notizia di un contagio all'interno del comune.

Coronavirus, altri due ragazzi contagiati in provincia di Sondrio

«Tale procedura - prosegue Baldini - ha coinvolto fin da subito i familiari, istruiti ad hoc dal personale sanitario per prevenire il contagio. Come previsto, a caso conclamato, anche per i familiari è scattato l’obbligo di dimora al proprio domicilio per i prossimi 14 giorni. Invitando la popolazione alla calma, precisando che la persona coinvolta, ad oggi asintomatica così come i familiari, è di certo entrata in contatto con il virus ma non ha contratto la malattia, voglio tranquillizzare tutti sulla corretta gestione della situazione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ricordo - conclude il sindaco di Montagna in Valtellina - che il virus si diffonde principalmente attraverso il contatto stretto con una persona malata (tossendo e starnutendo, contatti diretti personali, toccando con le mani contaminate bocca, naso o occhi) e non con gli alimenti, che comunque devono essere manipolati rispettando le buone pratiche igieniche. Infine, non essendo ad oggi previste restrizioni particolari per il Comune di Montagna in Valtellina, rinnovo il mio appello alla popolazione ad attenersi scrupolosamente alle indicazioni della A.T.S. e Regione Lombardia in vigore che trovate anche sul sito istituzionale https://www.comune.montagnainvaltellina.so.it/c014044/po/mostra_news.php?id=190&area=H».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Morbegno piange Alberto Vinci, l'anima del Lokalino

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Coronavirus a scuola, tre nuove classi (con le insegnanti) in isolamento a Livigno

  • Il coprifuoco in Lombardia è ufficiale: firmata l'ordinanza, torna l'autocertificazione

  • Ammutinamento dei ciclisti al Giro, il direttore di corsa Vegni: «Figuraccia, qualcuno pagherà»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento