Coronavirus, Gallera: «L'aumento dei casi in Lombardia è dovuto ai rientri»

Su 185 nuovi contagi di sabato 22 agosto, 60 sono di persone tornate da paesi a rischio

L'aumento progressivo dei casi positivi al covid in Lombardia- + 185 il 22 agosto - è ascrivibile al ritorno dei viaggiatori dall'estero. È questa la spiegazione data dall'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera. 

Il maggior numero di casi ha specificato l'assessore "è determinato dalle analisi effettuate a seguito del rientro dai Paesi a rischio", ovvero Spagna, Croazia, Malta e Grecia. «Sui 185 casi registrati - ha detto l'assessore - 60 provengono appunto da quelle zone e un altro 20% sul totale è riferito a contatti stretti di persone rientrate dall'estero nei giorni precedenti la campagna di screening avviata il 13 agosto scorso».

L'aumento, poi, non dovrebbe suscitare eccessiva preoccupazione perché "si tratta - ha aggiunto Gallera - nella stragrande maggioranza dei casi, di persone asintomatiche. Lo screening ha permesso dunque di individuarne la positività, che altrimenti non sarebbe stata identificata, e contestualmente, attraverso l'isolamento, di arrestare la possibile ulteriore trasmissione del virus ai contatti stretti".

L'aggiornamento di domenica 23 agosto

Quasi 14.000 tamponi e nessun contagio a Sondrio. Aumentano guariti e dimessi (+29) e stabili ricoveri in terapia intensiva e non terapia intensiva.

«Oggi - commenta l'assessore regionale al Welfare - registriamo 239 casi positivi. Di questi, 190 sono riferiti a persone che hanno meno di 50 anni. Due terzi delle positività riguardano cittadini che rientrano dall'estero e i loro contatti diretti. L’incremento dei casi positivi in Lombardia va sempre rapportato al numero dei tamponi effettuati. Senza mai dimenticare che, se si ragiona in termini di confronti assoluti, il numero degli abitanti della Lombardia è pari a 1/6  della popolazione nazionale. In tal senso, negli ultimi giorni, le percentuali della Lombardia sono in linea e spesso migliori di quelle di altre regioni».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«In tre giorni grazie alle postazioni attivate all'aeroporto di Malpensa sono stati effettuati 4.200 tamponi. Solo oggi ne sono già stati fatti altri 1.200 e contiamo di arrivare a 2.000 entro sera. I primi 1800 esiti refertati hanno evidenziato 8 positività. Le operazioni si stanno svolgendo regolarmente. A Linate invece sono stati eseguiti 760 tamponi in due giorni e allo spazio adiacente la fiera di Bergamo, 600 tamponi da ieri mattina per i passeggeri in arrivo allo scalo di Orio al serio. Non siamo in una situazione di emergenza ma non possiamo e non dobbiamo abbassare la guardia, ore più che mai. L'utilizzo della mascherina e il rispetto delle norme di sicurezza in questo momento è importante almeno come lo è stato durante la fase 1. Dobbiamo evitare che la diffusione del virus torni a moltiplicarsi in modo esponenziale» ha aggiunto Gallera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga, arrestati quattro insospettabili

  • Ecco l'autunno: freddo, neve e grandine in provincia di Sondrio

  • Coronavirus, nuovo caso all'Alberti di Bormio: un'altra classe in quarantena

  • Coronavirus a scuola, una nuova classe in quarantena a Valfurva

  • Coronavirus, al Morelli ricoverati sopratutto anziani delle case di riposo

  • Talamona, la composizione del nuovo Consiglio comunale: gli eletti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento