Coronavirus, tutti i negozi alimentari della provincia di Sondrio che fanno consegna a domicilio

Una fitta rete capillare di oltre 220 operatori in Valtellina e Valchiavenna, da Livigno a Madesimo

Una rete capillare di oltre 220 operatori del dettaglio alimentare distribuiti su tutto il territorio provinciale – da Madesimo a Livigno – garantisce, anche in questo momento di emergenza sanitaria e in aggiunta alla consueta apertura del proprio esercizio (consentita quale servizio essenziale), la consegna della spesa a domicilio a chi ne faccia richiesta. Un servizio in questo frangente importante come non mai per tutta la comunità: soprattutto per le persone anziane e per chi non ha possibilità di muoversi, ma anche per ciascun cittadino, in quanto tutti indistintamente siamo invitati a restare a casa, limitando il più possibile gli spostamenti.

L’elenco (ELENCO COMPLETO) è stato stilato dall’Unione del Commercio, del Turismo e dei Servizi della provincia di Sondrio attraverso una verifica telefonica (effettuata sentendo direttamente gli operatori) ed è in costante aggiornamento (l’ultimo risale alla mattinata di oggi, giovedì 12 marzo, alle ore 12).

La ‘mappatura’ è pubblicata sul sito dell’Unione, all’indirizzo www.unione.sondrio.it e sarà appunto quotidianamente integrata. A tale riguardo, per poter effettuare le eventuali aggiunte, si invitano le attività che al momento non compaiono nel suddetto elenco a segnalarlo all’Unione, inviando una mail all’indirizzo info@unione.sondrio.it.

«Grazie all’impegno dei commercianti del piccolo dettaglio alimentare - sottolinea la presidente dell’Unione del Commercio, del Turismo e dei Servizi Loretta Credaro, nel mettere in risalto il fondamentale ruolo anche sociale della categoria – viene garantito un servizio di prossimità che è di supporto a quei Comuni e alle istituzioni che si stanno attivando in tal senso, e che contribuisce a infondere più tranquillità nella popolazione e a trasmettere il messaggio che non siamo abbandonati in questo momento così delicato e difficile».

Un forte ringraziamento va dunque da parte dell’Unione del Commercio e del Turismo agli operatori del settore alimentare in prima linea in questa emergenza, ma certamente vi è grande vicinanza da parte dell’associazione ai commercianti che invece, a seguito del nuovo Dpcm, devono lasciare abbassata la saracinesca e che comunque, già nei giorni scorsi, avevano dato prova di grande senso di responsabilità nel tenere spontaneamente chiusi i propri esercizi, dimostrando di dare la priorità alla tutela della salute pubblica e di mettere quindi in secondo piano le esigenze di natura economica.

Un monito, invece, a quanti terranno aperti i propri esercizi, piccoli o grandi che siano, perché sappiano tenere comportamenti cautelativi della salute pubblica anche evitando pubblicità aggressive e quindi sconvenienti, tese ad attirare consumatori che questa situazione rende ancora più vulnerabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

QUI L'ELENCO COMPLETO

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Morbegno piange Alberto Vinci, l'anima del Lokalino

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Coronavirus a scuola, tre nuove classi (con le insegnanti) in isolamento a Livigno

  • Il coprifuoco in Lombardia è ufficiale: firmata l'ordinanza, torna l'autocertificazione

  • Ammutinamento dei ciclisti al Giro, il direttore di corsa Vegni: «Figuraccia, qualcuno pagherà»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento