rotate-mobile
L'appello

La Cisl di Sondrio ha le idee chiare: "Bisogna innovare il sistema sanitario"

La netta posizione è emersa nel corso del congresso provinciale del settore "funzione pubblica" durante il quale sono stati anche eletti i nuovi componenti della segreteria

Nei giorni scorsi si è tenuto all'Hotel Salyut di Berbenno il sesto congresso provinciale della Fp (Funzione pubblica) della Cisl di Sondrio. Alla presenza  del segretario nazionale Fp Cisl, Franco Berardi, del segretario Fp Cisl Lombardia, Mauro Ongaro e del segretario generale della Cisl di Sondrio Davide Fumagalli, i delegati  hanno eletto i componenti il direttivo della Fp Cisl di Sondrio che, a loro volta, hanno confermato Francesco Caiazza nella carica di segretario generale, e hanno eletto Manuela Bresciani e Marcello Pontiggia come componenti della segreteria.

Serve innovare

Nel corso del congresso, poi, sono stati affrontate varie tematiche, tra cui quella relativa alla sanità della provincia di Sondrio. Un sistema per il quale è stata evidenziata l'urgenza di interventi mirati ad innovarlo, valorizzando le professionalità ivi operanti e abbandonando quelle logiche di austerity, basate sul contenimento della spesa, che hanno caratterizzato le politiche sanitarie negli ultimi anni e che hanno prodotto forti criticità che si sono evidenziate, in modo particolare, a seguito della pandemia tuttora in corso.  

Una necessità valida, per l'appunto, anche e soprattutto in Valtellina e Valchiavenna per assicurare un futuro del sistema socio sanitario assistenziale adeguato alle esigenze di un territorio montano e al suo contesto demografico e sociale e, con particolare riferimento alle recente legge regionale di riordino sanitario, a fare in modo che il potenziamento della medicina territoriale si realizzi anche attraverso una concreta sinergia tra ospedali e territorio, i primi concentrati sulle acuzie, il secondo sulle cure di prossimità anche per far sì che un paziente in uscita dal percorso ospedaliero abbia una continuità di cura. Inoltre, è stato sottolineato come il riordino del sistema sanitario della nostra provincia non possa prescindere dalla valorizzazione e dal reclutamento delle professionalità sanitarie mancanti, anche attraverso particolari incentivi, oltre che da una valorizzazione dei nostri presidi ospedalieri che devono essere messi in grado di garantire servizi di qualità. A tal proposito, un'attenzione particolare, in termini di valorizzazione, secondo la Fp Cisl di Sondrio, deve essere data al presidio di Sondalo le cui attività e professionalità non devono essere impoverite.

IMG_4877-2

Pubblica amministrazione e terzo settore

Per quanto riguarda la pubblica amministrazione, il congresso provinciale della Fp Cisl ha evidenziato, in ugual misura, la necessità di una modernizzazione con investimenti di risorse ai quali corrispondano aumenti di efficienza ma, anche e soprattutto, il bisogno di una particolare attenzione alla condizione delle lavoratrici e dei lavoratori del settore pubblico, al loro benessere lavorativo e alla valorizzazione della loro professionalità. A tal proposito è ritenuto impellente procedere ad un rinnovo dei contratti pubblici che sappia dare soddisfacenti risposte alle lavoratrici e ai lavoratori del settore.  

Per quanto riguarda il terzo settore, invece, si auspica un ricorso alla contrattazione per valorizzare la professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori e produrre un miglioramento delle loro condizioni salariali e lavorative. Un discorso valido soprattutto all'interno delle Rsa dove è fortemente necessario impegnarsi per il benessere degli operatori nella consapevolezza che esso è strettamente collegato al benessere degli anziani ospiti e dei loro familiari.  

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cisl di Sondrio ha le idee chiare: "Bisogna innovare il sistema sanitario"

SondrioToday è in caricamento