Il Comune di Sondrio subissato di lamentele per il circo in città: «Non è nostra competenza, rivolgetevi allo Stato»

Palazzo Pretorio fa chiarezza «in risposta alle innumerevoli missive giunte per e-mail»

Esibizione del Circo Internazionale Citta' di Roma dei fratelli Bizzarro in questi giorni a Sondrio (Foto Fb)

Dopo aver ricevuto decine e decine di segnalazioni e lamentele a proposito della presenza in città di un circo, l'Amministrazione comunale di Sondrio ha voluto rendere nota la sua posizione. «In risposta alle innumerevoli missive giunte per e-mail e per chiarezza d'informazione riguardo alle notizie diffuse, si precisa che il Comune è tenuto, per obbligo di legge, a rendere disponibili aree attrezzate per lo spettacolo viaggiante. La materia è di stretta competenza statale e i circhi sono sostenuti e sovvenzionati proprio dallo Stato: il sindaco non può quindi vietare attività lecite espressamente previste dalla normativa. I circhi, inoltre, godono di uno speciale status che consente loro di occupare il suolo pubblico pagando un canone ridotto, con incassi risibili per il Comune» si legge in una nota di Palazzo Pretorio

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Questa Amministrazione comunale non è favorevole all'insediamento dei circhi con animali, ma opera secondo le disposizioni vigenti, effettuando i controlli ed eseguendo le verifiche formali di competenza. Il Comune, in particolare, ha adottato provvedimenti finalizzati a garantire il benessere degli animali che prevedono il preliminare rilascio del nullaosta da parte del Servizio veterinario locale, chiamato a valutare le condizioni di detenzione, cura e custodia. La permanenza delle condizioni di benessere sarà valutata con attenzione insieme alla compatibilità degli insediamenti nel contesto urbano. Si invitano quindi le persone che hanno coordinato il massiccio invio di solleciti al Comune a rivolgersi al Governo, chiedendo di modificare le leggi che attualmente agevolano l'attività dei circhi con animali e che ne consentono l'insediamento sul suolo pubblico» ha concluso l'Amministrazione Scaramellini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piateda, un'altra vittima del bosco: 51enne precipita e muore

  • Coronavirus, primo caso tra i banchi in provincia di Sondrio: chiusa una classe a Chiuro

  • Droga, arrestati quattro insospettabili

  • Berbenno, ritrovato un cadavere nell'Adda

  • Elezioni comunali 2020, al voto 8 comuni della provincia di Sondrio: lo spoglio in diretta

  • Coronavirus, in provincia di Sondrio gli studenti positivi sono due

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento