menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ciclismo, Maffezzini: «Giro d’Italia e Giro d’Italia under 23: vetrine per la montagna»

Tiziano Maffezzini, presidente della Comunità Montana di Sondrio e di Uncem Lombardia, accoglie con grande entusiasmo l’arrivo del Giro d’Italia e del Giro d’Italia Under 23 in provincia di Sondrio

Tiziano Maffezzini, presidente della Comunità Montana di Sondrio e di Uncem Lombardia, accoglie con grande entusiasmo l’arrivo del Giro d’Italia e del Giro d’Italia Under 23 in provincia di Sondrio, rimarcando l’importanza di questi eventi per non solo per le aree montane e attività turistiche in esse presenti, ma anche come ritorno alla normalità, un nuovo inizio dopo la pandemia da Covid 19.

«Il passaggio di queste due importanti competizioni ciclistiche attraverso la provincia di Sondrio è da sempre un momento di grande risalto. È un appuntamento che dà una bella spinta alle attività locali in quanto attrazione per moltissimi appassionati e, ovviamente, per gli atleti che si sfidano. Il ciclismo è uno sport di cui la Valtellina e più in generale la montagna lombarda sono grandi promotrici perché, oltre a garantire benessere in chi lo pratica, permettono di godere delle bellezze del territorio circostante. Le nostre amministrazioni sono entusiaste di poter ospitare il Giro d’Italia e il Giro d’Italia Under 23».

Giro d'Italia: Verbania - Alpe Motta. Giro d'Italia under 23: Sondrio - Campo Moro

«La ventinovesima tappa del Giro d’Italia n. 104, con partenza da Verbania e con arrivo all’Alpe Motta, nel comune di Madesimo, vedrà la Valchiavenna protagonista in una tratta decisiva di questa importante competizione. Il Giro d’Italia under 23 quest’anno, prevede il 9 giugno una tappa con partenza da Sondrio e arrivo Diga di Campo Moro (nel Comune di Lanzada), transitando lungo buona parte del territorio della Comunità Montana Valtellina di Sondrio, da Berbenno a Teglio, e attraversando luoghi molto caratteristici come il i terrazzamenti della sponda retica e il versante orobico, offrendo quindi una cartolina di tutto il nostro magnifico territorio e del suo paesaggio. La due giorni valtellinese della competizione riservata alle giovani promesse del ciclismo internazionale, in particolare, attraverserà luoghi molto suggestivi della montagna lombarda».

«Gli appuntamenti - conclude Maffezzini - hanno questa volta, una valenza ancor più significativa: sono infatti i primi eventi di rilevanza nazionale che la provincia di Sondrio ospita da un anno a questa parte. Sarà, infatti, un privilegio poter dare il via a una vera ripartenza del nostro territorio con un momento tanto significativo. Nella speranza che possa essere ricordato come il punto di svolta per un ritorno alla normalità».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lupi in Valtellina e Valchiavenna, è polemica

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento