rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità

Viabilità, chiude la Statale Regina: le cose da sapere

La SS340 rimarrà chiusa al traffico sino alla fine di marzo. I dettagli

Avrà ripercussioni anche sulla viabilità valtellinese la chiusura della Statale 340 "Regina" sul versante comasco del Lago del Lario. Una chiusura totale, pensata da Anas per consentire i lavori utili a costruire la variante della Tremezzina, che partirà dalle ore 9.30 di lunedì 29 novembre e si concluderà alle ore 17 del 29 marzo, quando la strada verrà riaperta a doppio senso di circolazione per agevolare i flussi di traffico in occasione dell'inizio della stagione turistica. Quattro mesi di lavori no-stop, 24 ore su 24.

Le istituzioni coinvolte (Prefettura di Como, Comuni, Regione Lombardia, Ministero delle Infrastrutture e Mobilità sostenibili e Anas) hanno individuato tre percorsi alternativi e agevolazioni economiche per la viabilità sostitutiva. La variante della Tremezzina permetterà un migliore collegamento con la Svizzera, con la Valtellina e la Valchiavenna.

I percorsi alternativi 

  • Passaggio attraverso la SS 340 da Menaggio fino a Porlezza, per poi proseguire sulla SP 13 fino a Centro Valle Intelvi e la SP 14 fino ad Argegno. Sulla SP 14, nel tratto San Fedele Intelvi-Porlezza, vige il divieto di transito agli autocarri con lunghezza superiore ai 12 metri e peso superiore a 24 tonnellate, oltre che ai veicoli sopra i 3,80 metri di altezza.    
  • Attraverso la Svizzera, percorrendo la SS 340 da Menaggio fino a Porlezza, per poi proseguire in territorio elvetico lungo la Autostrada 2 (E 35) fino a Lugano.    
  • Attraverso la SS 36, passando per Lecco. In questo caso è possibile percorrere la SS 340 in direzione nord fino all’intersezione con la SS 36 nel Comune di Colico o, in alternativa, imbarcare le vetture da Cadenabbia o Menaggio per transitare sull’altra sponda del lago fino a Varenna, per poi proseguire sulla SP 72 o sulla SS 36.

tremezzina-svincolo-colonno-2-2

Sostegno ai pendolari

Intanto, a pochissimi giorni dall’avvio del cantiere per la realizzazione della variante della Tremezzina, il prefetto, Andrea Polichetti, il presidente della Provincia di Como, Fiorenzo Bongiasca e il presidente di Anci Lombardia, Mauro Guerra, hanno voluto fare il punto con i sindaci, Anas e le aziende di trasporto pubblico. Sul fronte dei trasporti, infatti, il Ministero dei Trasporti ha inviato una nota, a seguito all’impegno assunto nel corso dell’ultima riunione, volta ad attivare una convenzione ANAS e Agenzia del TPL a sostegno dell’attuazione del piano della mobilità integrativa.

Questo rende formalmente possibile applicare la scontistica richiesta dal Tavolo di Coordinamento del 50% sugli abbonamenti mensili di trasporto pubblico per le tratte che originano o hanno destinazione a nord di Colonno. Mentre la navetta di cucitura Sala Comacina - Argegno sarà da subito gratuita, con gli utenti che potranno ritirare un titolo a valore 0 in biglietteria o direttamente a bordo, per quanto riguarda tutti gli altri mezzi, i viaggiatori dovranno acquistare a prezzo pieno gli abbonamenti vigenti e saranno poi rimborsati da Navigazione e ASF. In particolare, come sperimentato durante il Covid, l’utente potrà beneficiare dello storno del 50% sull’abbonamento mensile del mese successivo presentando copia del titolo di viaggio del mese precedente ad attestazione del diritto all’agevolazione e, a fine utilizzo, il titolare dell'abbonamento verrà poi rimborsato del credito accumulato.

Chi ha un abbonamento annuale o studentesco, invece, dovrà fare specifica richiesta per avere uno storno a consuntivo. Tutti gli orari di ASF e Navigazione aggiornati sono disponibili sul sito della Provincia al link: Rassicurazioni, infine, sono arrivate dal Prefetto in merito alle iniziative messe in campo per la sicurezza delle aree territoriali collegate alla chiusura al traffico della Statale, con rimodulazione di mezzi e risorse umane soprattutto presso le zone più critiche del traffico veicolare e il potenziamento dei servizi di polizia all’interno delle acque lacuali, nella fascia oraria di maggiore concentrazione dei servizi di trasporto straordinari. Sarà inoltre disponibile un mezzo acquatico speciale per i trasporti di emergenza sanitaria

Potenziato il servizio della Navigazione sul lago

Per 'alleggerire' i disagi verrà anche potenziato il servizio di trasporto via lago. Così la società Navigazione Lago di Como, nonostante le difficoltà dell'ultimo anno compresa la recente alluvione, "comprendendo la situazione di grave emergenza determinata dal blocco di una via di comunicazione cruciale per il territorio, ha raccolto le richieste pervenute dalle autorità competenti e messo in campo tutte le risorse a propria disposizione, in termini di mezzi e uomini per il potenziamento del servizio di linea che interessa il territorio coinvolto dall'interruzione". 

Nel dettaglio è stato arricchito il servizio rapido con l'inserimento in orario di un aliscafo aggiuntivo che effettuerà ulteriori quattro corse con il prolungamento di alcune di esse fino a Colico. Il servizio traghetto sarà effettuato con quattro mezzi e coprirà la fascia oraria dalle ore 4.50 alle ore 00.10. 

È prevista una navetta che collegherà gli scali di Argegno e Sala Comacina dalle ore 5 alle ore 21.45, cerniera fondamentale per garantire il diritto alla mobilità dei cittadini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viabilità, chiude la Statale Regina: le cose da sapere

SondrioToday è in caricamento