Informazione locale, i giornalisti de La Provincia confermano: «Vogliono chiudere la redazione di Sondrio»

Dopo settimane di voci ecco l'ufficialità dall'Assemblea dei redattori. Si valuta uno sciopero di 5 giorni

Le redazioni di Sondrio e Lecco del quotidiano locale La Provincia verranno chiuse ed i loro redattori dovranno spostarsi a Como. Dopo settimane di voci e passaparola ecco la conferma proprio dai redattori del giornale attraverso una nota diffusa nella giornata di martedì 10 dicembre 2019.

Care lettrici, cari lettori,
nei giorni scorsi i manager de La Provincia hanno comunicato l’intenzione di chiudere le redazioni di Lecco e Sondrio, con il trasferimento di tutti i giornalisti nella sede di Como.
In queste settimane si sono succedute voci e notizie sulla chiusura delle redazioni, con tanto di prese di posizione a sostegno dell’informazione garantita dalle edizioni di Lecco e Sondrio da parte di numerose amministrazioni comunali, sindacati, enti, associazioni e privati, che ringraziamo; prese di posizioni ufficiali di cui non abbiamo potuto dare conto.
Oggi è venuto il momento di confermare che quelle voci, purtroppo, sono vere: l’intenzione dell’azienda è chiudere le due redazioni. L’Assemblea dei redattori di Como, Lecco e Sondrio ha votato all’unanimità un pacchetto di cinque giorni di sciopero, consegnato al Cdr, da utilizzare qualora le trattative, attualmente in corso per rendere meno traumatica possibile per i lavoratori la decisione dell’azienda, dovessero naufragare. Peraltro a essere maggiormente colpite dalla chiusura delle due redazioni saranno le donne: ben otto colleghe sono coinvolte nei piani di trasferimento.
L’Assemblea dei redattori ritiene la decisione dell’azienda molto grave: in questo modo si impoverisce l’informazione locale, baluardo della democrazia, per meri calcoli economici. La crisi dell’editoria è un fatto, purtroppo, ma non è chiudendo le redazioni locali che si può combattere.
            L’Assemblea dei redattori de La Provincia

La solidarietà dei sindacati uniti

Una brutta notizia per la provincia di Sondrio che rischia così di perdere una delle voci più autorevoli nel dibattito socio-politico delle sue valli. Proprio come un anno fa quando nel vortice della precarietà era finita l'emittente televisiva TeleUnica.

Il commento dell'Associazione Lombarda dei Giornalisti

L’ALG è al fianco dei giornalisti del quotidiano La Provincia di Como nella difficile battaglia contro la decisione aziendale di chiudere le redazioni di Lecco e Sondrio e trasferire tutto l’organico nella sede centrale di Como.
Con questa scelta l’azienda ha confermato di voler scaricare sulla pelle dei giornalisti la stragrande maggioranza dei pesanti interventi di risanamento economico.
L’operazione di concentramento di tutto il personale a Como, infatti, al momento non è stata giustificata da palesi risparmi economici legati al contenimento di spese operative.
Ai giornalisti, invece, è imposta la drammatica scelta: o esodi volontari indotti dal trasferimento, o trasferimento e l’applicazione di un pesante contratto di solidarietà per un anno. Di fatto, a rimetterci saranno solo i lavoratori e in particolare le donne chiamate a dover ripensare la propria vita, oltre che i tempi di conciliazione tra lavoro e famiglia.
La Lombarda è pronta a sostenere i colleghi de La Provincia in tutte le iniziative che vorranno mettere in atto, a partire dai 5 giorni di sciopero che l’assemblea ha affidato alla gestione del Cdr a seconda degli sviluppi della trattativa in corso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ai colleghi delle redazioni di Sondrio e Lecco de La Provincia va tutta la solidarietà di SondrioToday.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolti da una colata di fango, almeno tre morti in Valmalenco

  • Tresenda, ritrovato un cadavere nell'Adda

  • Travolti e uccisi da una frana a Chiareggio: tre morti tra cui una bambina

  • Futuro del Morelli, anche Pedrazzi scrive a Fontana: «Si valuti strategia alternativa»

  • Tresenda, ha un nome la donna ritrovata senza vita nell'Adda

  • Ospedale Morelli, i sindaci di Sondalo e Livigno a Roma dal Vice Ministro alla Salute

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento