rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità Chiesa in Valmalenco

Chiesa in Valmalenco, dal 3 novembre un nuovo sportello di Asst Valtellina e Alto Lario

Ogni mercoledì dalle 14 alle 16 i cittadini potranno recarsi al Punto sanità di via Roma e richiedere, per via telematica, una serie di prestazioni, senza doversi spostare e raggiungere il capoluogo

Servizi comodi ed efficienti per evitare ai cittadini, agli anziani soprattutto, il disagio di doversi spostare: con questo obiettivo l'Asst Valtellina e Alto Lario sta allestendo uno sportello remoto a Chiesa in Valmalenco che sarà operativo a partire dal 3 novembre.

Quando e dove

Da quella data e per tutti i mercoledì successivi, tra le ore 14 e le ore 16, gli utenti potranno recarsi presso il Punto sanità di via Roma per richiedere per via telematica una serie di prestazioni all'Ufficio preposto di Sondrio senza doversi spostare. Presso lo sportello saranno a disposizione un computer, una stampante e uno scanner e verrà garantita la presenza di un volontario dell'Aido che assisterà gli utenti nell'utilizzo degli strumenti informatici.

Nello specifico, sarà attivato un collegamento audiovisivo che consentirà agli utenti di confrontarsi direttamente con l'addetto dell'Ufficio di Sondrio, di porre quesiti e di ricevere risposte fino alla possibilità di ottenere il disbrigo della pratica o il documento di cui necessita che potrà stampare all'istante. La prestazione garantita è dunque completa: dall'invio dei documenti necessari all'Ufficio fino al rilascio dei certificati richiesti.

La collaborazione

Il servizio, rivolto agli abitanti di tutta la Valmalenco, è stato attivato in collaborazione con il Comune di Chiesa in Valmalenco che garantirà la presenza di volontari per il disbrigo delle pratiche relative alla scelta o al cambio del medico di medicina generale o del pediatra; all'iscrizione temporanea al servizio sanitario per lavoro, studio o salute; all'iscrizione di cittadini di paesi dell'Unione Europea o extracomunitari; alla nuova emissione della tessera sanitaria in caso di smarrimento; alla richiesta di esenzioni per patologia, reddito o invalidità.

Le altre località

Un servizio analogo è già stato sperimentato con successo a Livigno: dal 2020, presso il Presidio sociosanitario territoriale, per tre giorni alla settimana è garantita la presenza di un operatore e nei restanti è attivo uno sportello remoto.

Dopo Chiesa in Valmalenco è già in programma l'apertura di uno sportello remoto ad Aprica e per altri sono in corso delle valutazioni. "Il nostro intento - spiega il direttore generale di Asst Valtellina e Alto Lario Tommaso Saporito - è quello di essere vicini ai cittadini organizzando i servizi in modo tale da evitare disagi e spostamenti. Con gli sportelli remoti li raggiungiamo riuscendo a garantire il disbrigo di molte pratiche in maniera comoda e veloce: i paesi individuati sono quelli relativamente lontani dai centri maggiori dove sono attivi i sette Uffici scelta revoca del medico sul territorio di nostra competenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiesa in Valmalenco, dal 3 novembre un nuovo sportello di Asst Valtellina e Alto Lario

SondrioToday è in caricamento