Attualità Tirano

Centri estivi, Tirano e Villa si uniscono per far divertire i bambini

Tre le proposte messe a punto insieme all'oratorio Sacro Cuore e alle cooperative "Forme" e San Michele

Un'estate ricca di proposte per i bambini e ragazzi, affinché possano stare insieme e divertirsi nel periodo di vacanza, e per le famiglie così che mamme e papà possano conciliare le esigenze lavorative con quelle legate alla "gestione" dei figli: sono tre le offerte messe a punto dai Comuni di Tirano e Villa di Tirano insieme all'oratorio Sacro Cuore proprio di Tirano e alle cooperative "Forme Impresa Sociale" e "San Michele".

Il Grest

Il Grest organizzato dalla parrochia di Tirano prende il via oggi e animerà l'oratorio Sacro Cuore per quattro settimane. Il tema scelto è "Il Gioco": l'iniziaitiva propone attività pomeridiane per i bambini e ragazzi tra i 6 e 14 anni. Tutte le attività saranno strutturate in piccoli gruppi “bolla” in modo tale da evitare il più possibile i contatti e contenere eventuali contagi. È possibile iscriversi presso il bar dell'Oratorio dal lunedì al venerdì dalle 14.45 alle 18.30. “Quest'anno l'Oratorio riapre per il Grest, questa speciale attività estiva, momento di crescita rivolto ai ragazzi delle elementari e delle medie che promuove un'esperienza significativa di vita e amicizia sulla figura di Gesù – dichiara il vicario della parrocchia San Martino di Tirano, don Luca Giudici -. Anche per i volontari adulti e gli animatori è un momento di crescita personale, un mettersi al servizio del prossimo, un'occasione da non perdere, un modo per mostrare ai ragazzi quanto è bello stare insieme. 

I centri estivi

In luglio, invece, apriranno i centri estivi organizzati dalle due cooperative intervenute al tavolo di programmazione indetto dai Comuni. Si parte con il centro estivo “Un'estate spaziale” organizzato dalla cooperativa Forme dal 7 al 19 luglio per proseguire con il centro estivo “Giro del Mondo... in 10 giorni”, ideato dalla cooperativa San Michele, dal 19 al 30 luglio. Entrambe le proposte, riferite a bambini e bambine dai 3 agli 11 anni, prevedono l'iscrizione full time (dalle 8.30 alle 16.30) o part time (8.30-12.30 e 13.30-17.30). Nel caso di iscrizione full time è previsto il pranzo preparato dalla cooperativa Intrecci.

I centri estivi avranno come sedi la scuola primaria “G.B. Marinoni” di Tirano e la scuola dell'infanzia “Quadrifoglio” di Madonna di Tirano. Le iscrizioni al centro estivo di Forme “Un'estate spaziale” saranno aperte fino al 23 giugno e dovranno essere effettuate tramite la piattaforma sondriowelfare.it. È possibile iscriversi al centro estivo gestito dalla cooperativa San Michele “Giro del Mondo... in 10 giorni” accedendo al sito www.coopsanmichele.com. Per informazioni è possibile contattare Cecilia Osmetti, di cooperativa Forme (348/7563139), e Roberta Cusini, di cooperativa San Michele (340/9718647).

Il sostegno delle amministrazioni

Le amministrazioni di Tirano e Villa di Tirano hanno scelto di sostenere più della metà della retta prevista per la frequenza dei centri estivi. Nonostante i costi aggiuntivi in più richiesti dai progetti per una gestione sicura dei centri estivi, le famiglie residenti nei Comuni di Tirano e Villa di Tirano pagheranno la stessa retta richiesta nel 2020 per il full time, ovvero 90 euro settimanali quest'anno comprensivi anche del costo pasto, mentre la retta di 45 euro settimanali per il part time è persino inferiore rispetto a quella dell'anno passato. Per i secondi e terzi figli le tariffe saranno ulteriormente calmierate, prevedendo la quota di 70 euro a settimana per il tempo pieno e 35 per il part time. 

Inoltre, i Comuni di Tirano e Villa di Tirano, da sempre attenti ai tempi dell'inclusione e delle pari opportunità, hanno previsto un budget specifico per garantire la frequenza di bambini e bambine che necessitano dell'affiancamento di un educatore ad personam. I soggetti responsabili delle proposte estive avranno cura di pianificare con la famiglia un progetto ad hoc e prevedere gli aiuti necessari alla frequenza delle attività proposte. I Comuni mettono a disposizione una quota di circa 1.500 euro a minore per coprire i costi richiesti dagli interventi di inclusione.

“In un anno così denso di difficoltà sono particolarmente contenta delle proposte di centro estivo che saranno offerte a famiglie e ragazzi – commenta la vicesindaca del Comune di Villa di Tirano, Sara Tognela -. Il tema della socialità è diventato un'emergenza soprattutto tra i giovanissimi che devono poter stare con i propri coetanei creando momenti di condivisione e di relazione. Le amministrazioni hanno il dovere oggi più che mai di promuovere e sostenere iniziative che, oltre a favorire la conciliazione dei tempi lavorativi con le esigenze familiari, offrano progetti educativi di qualità favorendo il benessere dei minori coinvolti”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri estivi, Tirano e Villa si uniscono per far divertire i bambini

SondrioToday è in caricamento