Tirano e Villa, tutto pronto per i centri estivi in sicurezza

Nonostante il periodo difficile il servizio per i bambini verrà garantito

Per diverse settimane l’assessore ai servizi sociali Doriana Natta e la delegata all’istruzione Camilla Pitino del Comune di Tirano con il vicesindaco di Villa di Tirano Sara Tognela hanno lavorato affinché fossero attivati i centri estivi, consapevoli che l’emergenza epidemiologica avrebbe reso più gravosa la loro realizzazione, sia dal punto di vista organizzativo che economico, ma determinate nel raggiungimento dell’obiettivo. Durante l’estate le famiglie che richiedono servizi di conciliazione avranno la possibilità di iscrivere i bambini ai centri estivi che saranno aperti grazie al coinvolgimento e alla condivisione del progetto di tante realtà del territorio. Data l’eccezionalità della situazione è sembrato opportuno istituire un tavolo di confronto al quale si sono sedute le amministrazioni comunali di Tirano e di Villa di Tirano insieme alla scuola, alle associazioni, alla parrocchia e agli enti del terzo settore, in modo tale da condividere obiettivi e modalità di svolgimento dei progetti dell'estate.

Le linee guida ministeriali e regionali impongono standard di sicurezza stringenti per la realizzazione dei centri estivi con lo scopo di limitare le possibili situazioni di rischio: misurazione della temperatura all’ingresso, divisione in piccoli gruppi con un basso rapporto educatore - bambino, sanificazione dei materiali usati e degli ambienti, ingressi scaglionati, ampi spazi per rispettare il distanziamento sociale e privilegio delle attività svolte all’aperto. Nei prossimi giorni saranno rese note le modalità di iscrizione, i costi, i programmi e gli spazi dove saranno attivi i centri estivi.

«Siamo molto contente del risultato raggiunto. Non neghiamo di avere avuto - dichiarano l’assessore ai servizi sociali Doriana Natta e la delegata all’istruzione del Comune di Tirano Camilla Pitino - dei momenti di scoramento in cui sembrava che non ce l’avremmo fatta, ma la voglia di dare alle famiglie un’opportunità di cura dei bambini dopo mesi di lockdown ci ha fatto superare le difficoltà».

«Ringraziamo tutti gli enti e le persone - commenta il vicesindaco del Comune di Villa di Tirano Sara Tognela - che si sono adoperate affinchè fosse possibile raggiungere questo importante traguardo  Il fondamentale lavoro di rete è stata la carta vincente. Il nostro impegno sarà ora rivolto al contenimento dei costi a carico delle famiglie».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, firmato il decreto legge che "blinda" Natale e Capodanno

  • Coronavirus, la Lombardia verso l'entrata in 'zona gialla': cosa cambia

  • Fontana: «Con questi numeri la Lombardia sarà zona gialla dall'11 dicembre»

  • Piantedo, giovani travolti da una piccola slavina sul Legnone: ora rischiano una multa

  • Arriva l'inverno in Valtellina e Valchiavenna: previste le prime nevicate

  • Covid, lo spettro del grande esodo verso la montagna per aggirare il Dpcm prima del 21 dicembre

Torna su
SondrioToday è in caricamento