rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Restyling complessivo / Bormio

Bormio Terme è pronta a rifarsi il look

Sono previsti interventi complessivi di riqualificazione per un importo totale di 13 milioni di euro

Una riqualificazione complessiva da circa 13 milioni di euro: è quella che è programmata per Bormio Terme dopo che l'assemblea dei soci nelle scorse settimane ha deliberato un apposito Piano.

Gli interventi

Tra gli interventi in programma, la realizzazione di una “vasca avventura” completamente interrata e dedicata alla fascia 8-16 anni, saranno potenziati  il Termarium e le aree relax e sarà realizzata la copertura di alcune vasche esterne per poterle utilizzare tutto l’anno.

Molta attenzione, inoltre, è dedicata all'impiantistica, visti i costi sempre crescenti dell'energia: il Piano, dunque, prevede l'eliminazione del radon, il recupero delle acque termali, l'aumento dell’isolamento, l'installazione di pannelli fotovoltaici e il riadattamento dei locali per ottimizzare le spese di riscaldamento. Anche Bormio Terme, insomma va sempre di più verso la sostenibilità e l'efficientamento energetico. Tra l'altro gli interventi permetteranno alla struttura di passare dalla fascia energetica E alla fascia energetica B.

Per quanto riguarda la parte sanitaria, saranno ampliati gli ambulatori medici e gli spazi dedicati alle visite specialistiche e alla riabilitazione. Verrà eliminata la sala congressi e sarà realizzata una reception di accoglienza all’ingresso della struttura.

Come detto, l'importo complessivo degli interventi ammonta a 13 milioni di euro che verranno reperiti con l'aumento di capitale e l'indebitamento diretto della struttura oltre che dai fondi dei Comuni confinanti.

"Il tema della riqualificazione dello stabilimento termale - ha spiegato il sindaco di Bormio Silvia Cavazzi - è sul tavolo già da diversi anni. Prima di essere sindaco anche io sono stato amministratore di Bormio Terme. Questa cosa parte da lontano, dal 2018 e 2019 e ci stiamo lavorando da diverso tempo. E' importante dopo un certo numero di anni fare degli investimenti: una struttura che ha un risvolto turistico deve sempre essere all'avanguardia. C'è stata un'analisi sul tipo di mercato a cui si rivolge la struttura, per cui la parte sanitaria e riabilitativa, piuttosto che il target famiglie e bambini".

"Il progetto definitivo - ha proseguito Cavazzi - è stato approvato nell'assemblea del 15 novembre e risponde proprio a queste due macroaree. Poi tutta la riqualificazione vuole dare più attenzione all'efficientamento energetico, quindi al fotovoltaico, al recupero del calore visto che abbiamo la fortuna che l'acqua esca già calda. Si tratta di un progetto complesso, finanziato con fondo Comuni confinanti, con un aumento di capitale che sarà sottoscritto entro la fine dell'anno e con un finanziamento che si assume la società".

"Il cronoprogramma è 2025-2026 - ha concluso il primo cittadino di Bormio - e prevede tre fasi importanti ed è mirato alle Olimpiadi. E' importante arrivare al 2026 con questo stabilimento rifatto, ma l'intervento non è comunque finalizzato all'evento gara".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bormio Terme è pronta a rifarsi il look

SondrioToday è in caricamento