rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
l'annuncio / Bormio

Bormio la bretella dell'Alute si farà, 7 milioni di euro dalla Regione

Annunciato lo stanziamento regionale in previsione delle Olimpiadi di Milano Cortina 2026. Altri 5 milioni di euro per il sottopasso di Isolaccia

Nonostante le perplessità delle associazioni ambientaliste "Regione Lombardia mette in campo uno stanziamento di 12 milioni di euro per realizzare in Alta Valtellina due opere rilevanti in chiave Olimpiadi 2026: la Tangenzialina di Bormio (7 milioni di euro) e il sottopasso di Isolaccia (5 milioni di euro)".

La Giunta regionale, su proposta dell'assessore a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, di concerto con l'assessore alla Montagna, Enti locali e Piccoli Comuni, Massimo Sertori, ha approvato la delibera con lo schema di accordo tra Regione Lombardia, Comune di Bormio e Cal per la progettazione e la realizzazione della Tangenzialina di Bormio e con lo schema di accordo tra Regione Lombardia, Comune di Valdidentro e Cal per la progettazione e la realizzazione del collegamento in sicurezza tra parcheggi e impianti sciistici di Isolaccia con adeguamento del piano viabile della SS301 'Del Foscagno'.

"Passo avanti"

"L'atto approvato in Giunta - spiega l'assessore Terzi - rappresenta un passo in avanti verso obiettivi molto importanti per l'Alta Valtellina. La Tangenzialina di Bormio ridurrà il traffico di attraversamento del centro abitato, garantendo maggior efficienza nella connessione con la SP29 in direzione di Santa Caterina Valfurva. Mentre il sottopasso di Isolaccia risolverà definitivamente un nodo critico della viabilità che riguarda la sicurezza di residenti e turisti - aggiunge Terzi -. I 12 milioni stanziati sono risorse proprie di Regione Lombardia che andranno a coprire interamente i costi di progettazione e realizzazione".

"Metodo di confronto"

"In relazione alla Tangenzialina di Bormio - commenta l'assessore Sertori - sono a sottolineare che il metodo utilizzato del confronto con l'amministrazione comunale di Bormio, ha portato a un risultato che ritengo positivo. Infatti, rispetto al progetto iniziale, è prevista una sensibile riduzione del consumo di suolo lungo il tracciato della Tangenziale e la conseguente valorizzazione del territorio della Piana dell'Alute attraverso opere di completamento della rete ciclopedonale e di posa della rete irrigua a servizio dei fondi coltivati". "Tale infrastruttura - continua Sertori - migliorerà l'accesso verso la zona gare alleggerendo il traffico urbano durate le manifestazioni, e non solo, e quindi concorrendo a migliorare il problema dell'inquinamento provocato dalle auto".

Lo schema di accordo individua Cal come soggetto incaricato della gestione delle attività necessarie per giungere all'approvazione del progetto definitivo, nonché alla redazione del progetto esecutivo e alla realizzazione dell'opera. Da cronoprogramma, l'apertura al traffico della Tangenzialina di Bormio è prevista nel dicembre 2025.

Sottopasso di Isolaccia

"Altra infrastruttura attesa da anni è il sottopassaggio previsto a Isolaccia che darà accesso al punto di partenza dell'impianto di risalita. L'intervento - conclude Sertori - oltre che a migliorare la sicurezza dei fruitori dell'impianto, consentirà di migliorare l'area di parcheggio e i servizi annessi".

Lo schema di accordo individua nel Comune di Valdidentro il soggetto incaricato per la redazione della progettazione di fattibilità tecnico economica, mentre Cal è individuato come il soggetto incaricato della progettazione definitiva ed esecutiva e della realizzazione dell'opera. Da cronoprogramma, il collegamento in sicurezza tra parcheggi e impianti sciistici di Isolaccia con adeguamento del piano viabile della SS301 sarà aperto nell'agosto 2025.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bormio la bretella dell'Alute si farà, 7 milioni di euro dalla Regione

SondrioToday è in caricamento