rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Plurivincitore / Bormio

Bormio, cittadinanza onoraria per il re della Pista Stelvio

Dominik Paris, sette volte vincitore sulle nevi valtellinesi, sarà insignito di questo riconoscimento il 27 dicembre in piazza del Kuerc

Da quest'anno Dominik Paris correrà "in casa" sulla Pista Stelvio: non soltanto perchè il campione italiano ha dimostrato di sentirsi perfettamente a suo agio sulle nevi di Bormio, dove ha vinto per sei volte in discesa libera e una volta in Super-g, l'ultima delle quali un anno fa; ma anche e soprattutto perchè l'amministrazione comunale del sindaco Silvia Cavazzi ha deciso di concedere la cittadinanza onoraria proprio allo sciatore altoatesino.

Il consiglio comunale, nella seduta di martedì scorso, sulla base del regolamento comunale per il conferimento della cittadinanza onoraria, ha approvato all'unanimità la delibera con la quale Bormio riconosce ufficialmente un binomio che ha fatto la storia recente dello sci, con questa motivazione: "Per essersi distinto nella Coppa del Mondo di Sci Alpino, sulla pista Stelvio di Bormio, con sei vittorie nella discesa di Bormio e una nel SuperG. Una impresa leggendaria, che ci auguriamo possa proseguire con altre vittorie, con la quale ha dato prestigio alla città di Bormio e al valore sportivo dei grandi eventi che si svolgono da anni sulla pista Stelvio". 

Le sue prodezze hanno contribuito ad alimentare il mito della Stelvio considerata una delle piste più tecniche e spettacolari del circuito mondiale sulla quale nel 2026 si svolgeranno le gare olimpiche. In una stagione partita in maniera poco brillante, Paris è atteso dalla Stelvio, la sua pista, per un pronto riscatto.

La cerimonia

Non c'era occasione migliore per entrare nel vivo di una stagione invernale iniziata sotto i migliori auspici per Bormio: in occasione dell'estrazione dei pettorali, momento clou della vigilia della gara, nel tardo pomeriggio di martedì 27 dicembre, in piazza del Kuerc, il sindaco Silvia Cavazzi conferirà ufficialmente la cittadinanza onoraria a Paris. "Ormai è dei nostri e Bormio da anni gli riserva un'accoglienza speciale - sottolinea il sindaco Cavazzi -: il passaggio in consiglio comunale formalizza un desiderio che come amministrazione avevamo da tempo, e che trova la condivisione di tanti cittadini. È un onore per noi averlo come concittadino, gli siamo grati per aver contribuito a valorizzare la nostra pista. La Stelvio e Paris sono un tutt'uno e ci auguriamo che il binomio aumenti il prestigio di entrambi anche in futuro, in questa edizione della Coppa del mondo e nelle prossime, fino alle Olimpiadi del 2026". 

In vista del doppio appuntamento del 28 e 29 dicembre, con la discesa e il supergigante, anticipati dalle due prove, gli eventi collaterali si arricchiscono con la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria a Paris: Bormio si stringerà attorno al suo campione per suggellare il legame a dieci anni dal suo primo successo sulla Stelvio, la prima vittoria in assoluto in Coppa del Mondo per il 33enne campione originario della Val d'Ultimo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bormio, cittadinanza onoraria per il re della Pista Stelvio

SondrioToday è in caricamento