Attualità

Benessere all'aria aperta: il Comune di Tirano apre i parchi alle attività motorie e ludico-ricreative

Il progetto “Benessere all’aria aperta” si propone di andare incontro al crescente bisogno di socialità della cittadinanza, offrendo al contempo agli operatori delle nuove opportunità per proporre le proprie attività in un contesto di maggiore sicurezza all’aria aperta

Un anno di pandemia, di chiusure e distanziamento sociale, ha avuto un impatto pesante sulla vita sociale, anche in realtà come quella di Tirano. Le stesse associazioni o realtà sportive o ricreative hanno spesso faticato a mantenere unito il proprio gruppo di aderenti a causa di un’inattività obbligata che ha reso pressoché nulli i contatti tra i propri associati e partecipanti alle attività. Realtà che ora necessitano di occasioni per ripartire tornando a coinvolgere la comunità. Con l’avvicinarsi della bella stagione e la prospettiva positiva delle riaperture, l’amministrazione comunale della città abduana ha ritenuto di mettere in campo una nuova iniziativa per mitigare questo forte disagio nato dall’emergenza sanitaria, sia quello relativo sociale e relazionale che quello a carico di associazioni e operatori. Il progetto “Benessere all’aria aperta” si propone di andare incontro al crescente bisogno di socialità della cittadinanza, offrendo al contempo agli operatori delle nuove opportunità per proporre le proprie attività in un contesto di maggiore sicurezza all’aria aperta e sempre nel rispetto delle norme anti-covid vigenti. A questo scopo sono state individuate alcune aree all’interno di parchi cittadini da destinare alle attività motorie e ludico-ricreative che potranno essere proposte da operatori, enti, associazioni e imprese del territorio.

«L’Amministrazione, come lo scorso anno, proporrà diverse iniziative nel periodo estivo per offrire a cittadini e cittadine di ogni età più occasioni per incontrarsi e condividere delle attività - afferma il vicesindaco e assessore alla cultura Sonia Bombardieri - ma dopo mesi di fermo, abbiamo ritenuto utile creare ulteriori possibilità promosse dagli stessi operatori. È un modo anche di riappropriarsi in modo corretto degli spazi pubblici, che sono patrimonio di tutti e un bene comune a disposizione della cittadinanza».

«Queste attività - dichiara l’assessore all’ambiente, sostenibilità e sport Stefano Portovenero - rappresentano uno strumento di promozione del benessere psicofisico della persona e nel contesto attuale è più che mai importante sostenerle e incentivarne la ripartenza. Scopo dell’iniziativa è anche quello di promuovere una fruizione sempre più ampia e sostenibile dei parchi cittadini, tenuto conto del loro importante valore all’interno dell’ambito urbano, in termini di benefici per le persone e per l’ambiente».

Gli spazi che verranno messi a disposizione sono l’area verde in Piazza Unità d’Italia, il Parco dei Gelsi e l’ex-Giardino del Rettore all’interno di Parco San Michele. I promotori interessati possono fare richiesta compilando e inviando l’apposito modulo pubblicato sulla home page del sito del Comune: www.comune.tirano.so.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benessere all'aria aperta: il Comune di Tirano apre i parchi alle attività motorie e ludico-ricreative

SondrioToday è in caricamento