Squadra al completo

Ats della Montagna: scelto anche il direttore sanitario, è completa la direzione strategica

Il direttore generale Vincenzo Petronella ha nominato per ricoprire l'incarico Claudio Arici

Si completa la direzione strategica di Ats della Montagna: ai nomi, già noti, di Teresa Foini, nuovo direttore amministrativo, e Giuseppe Albini, confermato come direttore sociosanitario, da lunedì prossimo 15 gennaio si aggiungerà alla squadra anche Claudio Arici che sarà il nuovo direttore sanitario, incarico attualmente coperto da Enza Giompapa come facente funzioni.

Così ha deciso il nuovo direttore generale di Ats della Montagna Vincenzo Petronella: "La squadra è pronta a lavorare per questo territorio, e non uso il termine squadra a caso - sottolinea proprio Petronella -. L’esperienza mi ha insegnato che in una direzione strategica la collaborazione e la sintonia sono essenziali per ottenere risultati. Sono stato da subito onorato e grato della fiducia da parte di Regione Lombardia che mi ha affidato un territorio vasto, eterogeneo e peculiare come sappiamo essere le zone di montagna, interessate, come molte altre, dai fenomeni come l’invecchiamento della popolazione e la denatalità. Dopo l’esperienza in un grande ospedale e in un’Asst come Bergamo e in due IRCCS come il San Matteo e l’Istituto Tumori, questo incarico mi chiama a una prospettiva diversa, quella dell’Agenzia di Tutela della Salute, che ha compiti di governo della domanda e dell’offerta, di pianificazione e controllo degli erogatori, pubblici e privati sociosanitari, ma anche e, soprattutto, di consolidamento dell’integrazione sociosanitaria e sociale, attraverso la collaborazione dei vari soggetti territoriali, le amministrazioni locali, i diversi enti, il terzo settore". 

"Il nostro primo impegno dal 15 gennaio sarà quello di essere una squadra, lo ribadisco: solo così potremo individuare le priorità e rispondere alle sollecitazioni di un territorio molto ampio, con due sedi, distribuito su tre province e con un bilancio da 500 milioni di euro - ha concluso Petronella -. Questi primi giorni di lavoro mi hanno permesso di cominciare a conoscere ed ascoltare i professionisti della nostra Agenzia, certo che l’arrivo dei miei più stretti collaboratori rappresenterà un’ulteriore iniezione di energia per far fronte al meglio alle sfide che ci attendono".

I curricula

Il neo direttore generale dell’Ats della Montagna Vincenzo Petronella ha 57 anni e trent’anni di esperienza in ambito sanitario. Laureato in Economia e Commercio a Modena, un Master in Management e leadership per l’organizzazione e la direzione strategica in sanità, ha conseguito diverse abilitazioni come manager e direttore amministrativo e generale in Bocconi, Polis Lombardia, UniPavia e Liuc. Dal 2016 ha ricoperto l’incarico di direttore amministrativo prima all’Asst Papa Giovanni di Bergamo, poi all’IRCCS San Matteo di Pavia e fino al 31 dicembre scorso all’IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori.

Per la DG Welfare di Regione Lombardia dal 2016 è componente del Comitato di Sorveglianza sulle sperimentazioni gestionali e collaborazioni pubblico-privato e, oltre a una parentesi come direttore amministrazione, Finanza e Controllo all’azienda ospedaliera Papa Giovanni XXIII di Bergamo, è stato project manager della Direzione progetto regionale per l’applicazione del D. Lgs.118/2011 sull’armonizzazione contabile di Regioni ed enti locali. Formatore su temi economici all’Università di Pavia, in Bicocca, Bocconi e in numerose realtà sanitarie in tutta Italia, è autore di pubblicazioni e articoli sul valore delle sperimentazioni cliniche e sul modello di finanziamento degli ospedali universitari.

Claudio Arici - bergamasco, 66 anni - ha ricoperto il ruolo di direttore sanitario nell’Asst Valle Olona negli ultimi tre anni, dopo esser stato il direttore sociosanitario nell’Asst Melegnano e Martesana. Infettivologo, è stato direttore delle Malattie Infettive all’Istituto Spallanzani di Roma. Ha maturato una lunga esperienza clinica e di ricerca agli Ospedali Riuniti di Bergamo, prima di esser nominato direttore del Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza della stessa, gestendo il trasferimento e l’organizzazione nel nuovo ospedale Papa Giovanni XXIII del nascente Centro EAS – Emergenza Urgenza ad alta specializzazione. Si è occupato di continuità assistenziale ospedale-territorio, ancora prima della riforma sanitaria regionale del 2015, come medico di direzione e poi, come vicedirettore sociosanitario, nel periodo di trasformazione da azienda ospedaliera ad azienda socio sanitaria territoriale, in cui ha avuto l’occasione di collaborare con Vincenzo Petronella, all’epoca direttore amministrativo.

Teresa Foini - bresciana, 58 anni - è stata direttore amministrativo all’Ats di Brescia e della Brianza, oltre che all’Asst del Garda. Laureata in Giurisprudenza, all’Asl di Brescia ha ricoperto vari incarichi di responsabilità di strutture semplici e complesse, in cui ha maturato esperienze significative nella programmazione sanitaria, nell’innovazione organizzativa e digitalizzazione di metodi e processi, nell’attuazione della riforma sanitaria regionale. Durante la pandemia da covid 19 è stata responsabile dell’organizzazione e della gestione dei maxi centri di vaccinazione dell’Asst del Garda, che hanno erogato oltre 400 mila dosi. Dal settembre 2022 fa parte del Gruppo Tecnico di Regione Lombardia che si occupa dei piani triennali sui fabbisogni di personale.

Giuseppe Albini ricopre il ruolo di direttore socio sanitario all’Ats di Sondrio dal marzo 2023. Classe 1963, bresciano, laureato in Economia e Commercio, è stato direttore di Distretto dell’Asst di Crema e ancor prima direttore amministrativo dell’Asl di Cremona prima e dell’Ats Val Padana. Ha una conoscenza approfondita del sistema sanitario lombardo, avendo ricoperto diversi incarichi come direttore di strutture complesse nell’ambito amministrativo, dall’economico finanziario alla gestione del personale, ai servizi di logistica e ai sistemi informativi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ats della Montagna: scelto anche il direttore sanitario, è completa la direzione strategica
SondrioToday è in caricamento