Verso il futuro

Città alpina dell'anno: grazie ai giovani si promuovono le realtà montane

Sondrio all'assemblea generale dell'Associazione che riunisce 20 località di Austria, Francia, Germania, Italia, Slovenia e Svizzera

Il futuro delle acque alpine e la rappresentanza giovanile sono stati al centro dell'assemblea generale dell'associazione "Alpine Town of the Year", che si è svolta nei giorni scorsi a Sonthofen, in Germania, alla quale ha preso parte l'assessore alla cultura, educazione e istruzione Marcella Fratta con il consigliere comunale Maria Giordano e la dirigente del settore Servizi culturali Silvia Bertini.

Il primo appuntamento dell'assise che oggi riunisce le venti città alpine di sei Paesi europei, Austria, Francia, Germania, Italia, Slovenia e Svizzera, si era svolto nel marzo scorso nel capoluogo. Nell'occasione era stato ufficializzato il reintegro nell'associazione di Sondrio che, dopo la nomina del 2007, ne era uscita. A unire queste città sono le sfide e le affinità, le ambizioni e le problematiche con l'opportunità di apprendere le une dalle altre, di ricercare soluzioni condivise e di promuovere iniziative.

Dai grandi ai piccoli temi, infatti, l'associazione offre consulenza e coordinamento su vari progetti. Nella città della Baviera che ha ospitato l'assemblea, si è svolto un interessante e proficuo momento di scambio di buone pratiche in ambiti diversi. Sull'acqua, uno dei principali servizi ecosistemici donato alla città dalla montagna, è intervenuto Stefan Hasler della Swiss Wastewater Association, il quale ha illustrato il concetto di "città spugna", sperimentato a Basilea, che consente di immagazzinare le acque piovane nel terreno in modo che evaporino con la vegetazione. A margine dell'incontro, i giovani componenti delle varie delegazioni hanno condiviso gli spunti emersi nelle attività di laboratorio e presentato le loro riflessioni. 

Anche i giovani si confrontano sulle sfide che attendono le città alpine

"È stato un momento di confronto molto utile e interessante - sottolinea l'assessore Fratta -, soprattutto per lo scambio di buone pratiche e di idee che aiutino a far vivere i nostri territori. La presenza dei giovani ha rappresentato un grande valore aggiunto e ci auguriamo di poter costituire anche nella nostra città un comitato di giovani che si confrontino sul futuro delle Alpi". 

A Sonthofen, le città alpine hanno accolto il ventesimo membro dell'associazione, Cuneo, nominata "Città Alpina 2024".

Silvia Bertini, Marcella Fratta, Maria Giordano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città alpina dell'anno: grazie ai giovani si promuovono le realtà montane
SondrioToday è in caricamento