Il rilancio di Aprica passa da volley e basket

Siglato un accordo importante con la Zanetti Bergamo, storica e titolata società di pallavolo femminile. Il sindaco Corvi: «Attraverso lo sport vogliamo veicolare il nome di Aprica e portare gente per riempire gli alberghi»

Aprica punta forte su pallavolo e pallacanestro. È stato presentato ufficialmente il progetto turistico-sportivo della località turistica valtellinese che, con il supporto anche della vicina amministrazione di Corteno Golgi (Brescia), ha deciso di investire su volley e basket per incrementare i numeri estivi delle presenze turistiche ma anche per veicolare in tutta Italia l’immagina di Aprica e del territorio.

Località ad alta vocazione sportiva, l’Aprica è conosciuta soprattutto da sciatori e ciclisti. Ora l’Amministrazione Comunale ha sposato il progetto turistico-sportivo proposto dalla NextComSolution di Andrea Ballan, il manager sportivo che è stato artefice dell’approdo in Valtellina del grande volley femminile.

Aprica ha investito in questo progetto rifacendo il parquet del palazzetto dello sport, ora in grado di ospitare allenamenti e partite di livello assoluto sia di pallavolo sia di pallacanestro. Punto centrale del progetto è quello relativo all’organizzazione di camp estivi di volley e di basket. Aprica, grazie alle strutture sportive presenti e a quelle ricettive, è in grado ora di offrire alle società, sia a quelle provinciali sia a quelle provenienti da fuori, la possibilità di organizzare camp estivi con una serie di attività collaterali. 

Accordo con la Zanetti Bergamo

Nella giornata di lunedì 17 febbraio è stato siglato un accordo importante tra Aprica e la Zanetti Bergamo, la storica società che partecipa al campionato di serie A1 di pallavolo e che è una delle più blasonate del volley italiano ed europeo avendo vinto 8 Scudetti, 7 Champions League, 1 Cev Cup, 6 Coppa Italia e 6 Supercoppa Italiana.

L’accordo prevede che la Zanetti Bergamo, presente ieri con il direttore generale Giovanni Panzetti e il team Manager Andrea Veneziani, l’anno prossimo effettuerà parte del ritiro precampionato proprio ad Aprica disputando anche un’amichevole. Inoltre il team bergamasco organizzerà ad Aprica i suoi camp estivi. 

«Vogliamo capire come usare al meglio le strutture sportive che abbiamo a disposizione tra le quali il Palazzetto dello Sport - ha detto ieri il Sindaco di Aprica Dario Corvi –. Da qui è nato questo progetto turistico sportivo che punta su volley e basket. Aprica è sempre più in partnership con Corteno al di là di quel che avviene già da tempo per quel che riguarda sci e sport invernali. Oggi portare avanti un paese come il nostro richiede un grande impegno, bisogna lavorare su stagionalità più lunghe. Il progetto va in questa direzione. Attraverso lo sport e in questo caso attraverso volley e basket vogliamo veicolare il nome di Aprica ma anche portare gente e riempire gli alberghi». 

Firma contratto a sx Dario Corvi sindaco Aprica e a dx Giovanni Panzetti direttore generale Zanetti Bergamo-2

«Questa collaborazione con Aprica – dice il Sindaco di Corteno Golgi Ilario Sabbadini – è naturale perché ci sono molte cose che ci accumunano. Fin dal mio insediamento ho spinto affinché tra noi e l’Aprica ci sia collaborazione in vari settori, compreso ovviamente quello turistico. Crediamo che questo progetto possa valorizzare l’insieme del nostro territorio». 

«Mi piangeva il cuore venire ad Aprica e vedere una struttura come il palazzetto dello sport poco sfruttata per quelle che sono le sue potenzialità – dice Ettore Castoldi presidente provinciale del CONI di Sondrio -. Oggi sono molto soddisfatto, perché in questo bellissimo palazzetto si sta pensando di organizzare eventi sportivi di spessore».

«Noi come comitato cercheremo di comunicare l’esistenza di questa bella struttura e la voglia dell’Amministrazione di Aprica di investire nello sport e nei giovani – dice Bruno Savaris, presidente provinciale FIPAV -. Ora c’è anche Aprica tra le località che hanno voglia di organizzare eventi di volley».

«La previsione è quella di effettuare parte del precampionato con la prima squadra qui ad Aprica in questo palazzetto appena ristrutturato – dice Andrea Veneziani, team manager della Zanetti Bergamo -. Siamo felici di questa opportunità perché è importante per noi continuare a lavorare bene, come abbiamo sempre fatto, sia a livello di prima squadra sia di settore giovanile. Lo scopo è quello di portare il nostro sport ovunque e sulle nostre montagne, le montagne di Lombardia». 

«Mi fa piacere vedere due amministrazioni comunali che si uniscono su alcuni progetti, oggigiorno è veramente una cosa rara – dice Giovanni Panzetti, Direttore Generale della Zanetti Bergamo –. Questo nuovo progetto va al di là del discorso meramente economico perché punta anche sulla riqualificazione e rivitalizzazione di una struttura sportiva e quindi anche sul sociale». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Coronavirus, lunedì si decidono le sorti della Lombardia: lo spettro del lockdown

  • Svizzera, neve e buio coprono i massi caduti sui binari: treno deraglia

  • Coronavirus, focolaio nel pronto soccorso di Livigno: contagiati infermieri e autisti

  • Cosio Valtellino, grave bambino di 7 anni investito sulla vecchia statale

  • Coronavirus, al Morelli di Sondalo la situazione si fa seria

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento