Ritorno alla normalità per gli ospedali della provincia di Sondrio: riaperti tutti i poliambulatori

Per garantire la salute dei malati per prenotazioni e pagamenti è preferibile utilizzare i canali telefonici e informatici per evitare affollamenti alle casse

Ospedali, presidi territoriali e ambulatori tornano gradualmente alla normale attività con l'obiettivo di offrire a utenti e pazienti tutti i servizi per ciascuna delle specialità presenti. Dall'inizio di maggio vengono garantite le prestazioni con classe di priorità "D", ovvero "differita", da assicurare entro 30-60 giorni dalla prenotazione, mentre quelle urgenti, le "U" e le "B" non sono mai state interrotte, così come gli interventi chirurgici in emergenza urgenza, la dialisi e le altre prestazioni indifferibili, ad esempio le cure oncologiche.

In ripresa anche l'attività chirurgica: la settimana scorsa presso l'Ospedale di Sondrio sono stati operati 56 pazienti e altrettanti sono programmati per questa settimana. In questi giorni i pazienti già in lista vengono richiamati per riprogrammare le visite o gli esami e non è necessario presentare una nuova impegnativa.

Preoccupazione

«È importante che i cittadini si fidino e accettino la nuova prenotazione - sottolinea il direttore sanitario Giuseppina Ardemagni - a meno che non abbiano già risolto il problema di salute: la malattia cronica va seguita con controlli regolari per evitare peggioramenti e nell'ottica della prevenzione non è consigliabile trascurare i sintomi. Nelle scorse settimane le numerose disdette ci hanno preoccupato. Presso i nostri ambulatori sono garantite condizioni di sicurezza: all'ingresso viene controllata la temperatura, ci sono gli spazi per rispettare il distanziamento sociale e l'utente viene ammesso alla visita o all'esame dopo un controllo. La dilatazione dei tempi tra un appuntamento e l'altro ci consente di sanificare gli ambienti dopo ogni prestazione e di evitare la presenza di più utenti  contemporaneamente».

Altre specialità

La ripresa dell'attività riguarda tutte le specialità: dalla cardiologia all'oculistica, dalla dietologia all'endocrinologia, dalla pediatria all'ematologia, dall'epatologia alla gastroenterologia fino a reumatologia, ecodoppler, allergologia e dermatologia. Per le attività prima ad accesso diretto è stata organizzata un'agenda di prenotazione per regolamentare gli accessi e rispettare le regole di distanziamento. L'attività vaccinale è invece stata ripristinata da oltre un mese con il recupero delle prestazioni sospese nelle settimane precedenti.

Per garantire la sicurezza è fondamentale la collaborazione degli utenti sia nel momento delle prenotazioni e dei pagamenti sia per quanto riguarda l'ingresso all'ambulatorio. In tutte le strutture aziendali, come da oltre due mesi a questa parte, è vietato l'accesso ai visitatori esterni e per i pazienti ambulatoriali e di day hospital sono ammessi accompagnatori solo in caso di minori o persone non autosufficienti.

Per evitare il rischio di sovraffollamento nelle sale d'attesa sono state riprogrammate le sedute ambulatoriali, per sedi, giorni e orari, sono stati dilatati i tempi delle prestazioni e viene raccomandata la massima puntualità, ma l'anticipo non deve essere superiore a 15 minuti. I pazienti convocati per visite o esami devono igienizzare le mani, indossare la mascherina e i guanti e rispettare le distanze di sicurezza.

Per evitare affollamenti in corrispondenza delle casse si consiglia di prenotare le prestazioni per telefono, attraverso il call center regionale (800.638.638 da rete fissa e 02 999599 da rete mobile), l'App Salutile, il sito internet regionale www.prenotasalute.regione.lombardia.it, il sito aziendale www.asst-val.it. In considerazione del momento particolare, l'Asst per rendere ancora più efficace il servizio di prenotazione, ha messo a disposizione dei numeri di telefono aggiuntivi.

Per l'Ospedale di Sondrio: 0342 521444 per informazioni relative a tutte le prestazioni; 0342 521591 per l'attività di Radiologia; 0342 521237 per l'attività di Medicina nucleare. Per l'Ospedale di Sondalo e il Presidio ospedaliero Alta Valle lo 0342 808989,  per Morbegno lo 0342 607414, per Chiavenna lo 0343 67230.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il servizio di informazione telefonica è attivo da lunedì a venerdì: il mattino dalle 9 alle 12, il pomeriggio dalle 13 alle 15. Si può inoltre evitare di accedere alle casse se si utilizza quale metodo di pagamento il sistema "Pago PA" che consente di saldare in anticipo la prestazione on line, attraverso l’home banking, presso gli sportelli bancomat, i punti vendita Sisal, Lottomatica e Banca 5 o sul portale di Regione Lombardia www.fascicolosanitario.regione.lombardia.it. Gli utenti che utilizzano questo metodo possono accedere direttamente agli ambulatori mostrando al personale la ricevuta di pagamento prima dell’erogazione della prestazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rocambolesco incidente lungo la Statale 38, camion si ribalta perdendo il carico

  • Piateda, un'altra vittima del bosco: 51enne precipita e muore

  • Omicidio in strada a Como, ucciso il morbegnese don Roberto Malgesini

  • Coronavirus, primo caso tra i banchi in provincia di Sondrio: chiusa una classe a Chiuro

  • Berbenno, ritrovato un cadavere nell'Adda

  • Morbegnese trovato senza vita su una panchina nei boschi della Valgerola

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento