Weekend di Pasqua, neve in quota e pericolo valanghe in aumento

Ecco il bollettino per il weekend di Pasqua elaborato dal Centro Nivometeorologico di ARPA Lombardia nella sede di Bormio

 

 Ecco il bollettino per il weekend di Pasqua elaborato dal Centro Nivometeorologico di ARPA Lombardia nella sede di Bormio (SO).

SABATO COPERTO CON PRECIPITAZIONI IN ATTENUAZIONE DAL POMERIGGIO. DOMENICA POCO NUVOLOSO. PERICOLO VALANGHE IN GENERALE AUMENTO.

 
PREVISIONE
SU ALPI RETICHE  ADAMELLO E OROBIE
PERICOLO VALANGHE: 3 MARCATO in aumento
PROBLEMA PRINCIPALE
: neve fresca e ventata
Valanghe provocate: su molti pendii ripidi possibile distacco di valanghe di  medio-grandi dimensioni, anche con debole sovraccarico.
Valanghe spontanee: su molti pendii ripidi possibili scaricamenti e valanghe di  medio-grandi dimensioni.


APPROFONDIMENTI METEO e NEVE:
molto nuvoloso o coperto con precipitazioni anche a carattere di rovescio, in attenuazione nel pomeriggio. I venti in quota dal pomeriggio tenderanno ad intensificare e a ruotare da Nord.  Limite delle nevicate in abbassamento fino a 1100-1400 m. Neve fresca a 2000 metri 10-20 cm. In quota il problema principale sarà rappresentato dalla neve fresca ventata, scarsamente collegata con gli strati sottostanti, mentre alle fasce altimetriche più basse il manto nevoso si presenterà appesantito e dilavato per il suo intero spessore, con legami interni indeboliti.

 

DOMENICA DI PASQUA: QUALCHE NUVOLA AL MATTINO, PIU' SOLEGGIATO NEL POMERIGGIO.
 
PREVISIONE
SU ALPI RETICHE  ADAMELLO E OROBIE
PERICOLO VALANGHE: 3 MARCATO in aumento
PROBLEMA PRINCIPALE: neve fresca e ventata
Valanghe provocate: su molti pendii ripidi possibile distacco di valanghe di  medio-grandi dimensioni, anche con debole sovraccarico.
Valanghe spontanee: su molti pendii ripidi possibili scaricamenti e valanghe di  medio-grandi dimensioni.


APPROFONDIMENTI METEO e NEVE:
Annuvolamenti residui tenderanno a dissolversi rapidamente già nel corso della mattinata soprattutto su Orobie e Prealpi. Su creste di confine qualche nuvola in formazione nel pomeriggio. In quota il problema principale sarà rappresentato dalla neve fresca ventata, scarsamente collegata con gli strati sottostanti, mentre alle fasce altimetriche più basse il manto nevoso si presenterà appesantito e dilavato per il suo intero spessore, con legami interni indeboliti. L'innalzamento delle temperature massime dovuto all'irraggiamento solare, comporterà un generale aumento dell'instabilità del manto nevoso.
Video Popolari

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

Torna su
SondrioToday è in caricamento