Il Comitato olimpico a Livigno per un sopralluogo

La delegazione internazionale del Cio sarà nel Piccolo Tibet mercoledì 3 aprile per visionare i luoghi delle competizioni

Mercoledì 3 aprile 2019 i tecnici del Comitato internazionale olimpico saranno a Livigno per la valutazione della candidatura di Milano-Cortina ai giochi olimpici del 2026. Un sopralluogo che, oltre ai luoghi valtellinesi, visiterà Milano, Venezia e Cortina Antholz, dal primo al 6 aprile.

Prosegue il cammino verso le olimpiadi di Milano. "Ora il governo investa anche per le olimpiadi Milano-Cortina 2026". Era la richiesta del ministro della famiglia Lorenzo Fontana avanzata nella giornata di venerdì 8 marzo dopo la firma del decreto della presidenza del consiglio che ha stanziato 78 milioni di euro per le finali Atp di tennis a Torino.

Per il momento il Cio — il comitato olimpico internazionale, l'ente che organizza i giochi olimpici — non ha ancora deciso a chi assegnare l'edizione 2026 dei giochi olimpici invernali, tra Milano e Stoccolma.

Nessuna decisione è stata presa ma sembra che le nubi si stiano addensando all'orizzonte: lo scorso febbraio il presidente del Coni Giovanni Malagò aveva espresso qualche preoccupazione sulle possibilità di vittoria del progetto Lombardo-Veneto. "Abbiamo praticamente perso tutta l'America Latina e quel prezioso numero di voti che fino a poco fa era a favore dell'Italia", aveva commentato Malagò a una cena conviviale che si era svolta a Milano alla presenza del governatore della Lombardia Attilio Fontana, del mondo della finanza, dell'imprenditoria, della politica e del giornalismo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il massimo esponente del Coni poi aveva sottolineato che erano a rischio "anche i tre voti della Francia, anzi li abbiamo probabilmente persi" a seguito delle contrapposizioni politiche con il governo di Parigi. "Eravamo in netto vantaggio, ma il divario si è ridotto e adesso siamo alla pari con Stoccolma, che, tra l'altro, non ha mai ospitato Olimpiadi invernali", aveva commentato amaro Malagò

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tuffa da due metri dove l'acqua è poco profonda, attimi di panico a Sondrio

  • Morto improvvisamente lo psichiatra Giuseppe Zecca

  • Elicottero in avaria effettua atterraggio d'emergenza, paura a Colico

  • È il piccolo Gabriele il simbolo della ripartenza del Morelli dopo l'emergenza covid

  • La banca non le concede un prestito e si rivolge ad un'inserzione online: truffata

  • Un decesso ed un nuovo caso di positività al coronavirus in Provincia di Sondrio

Torna su
SondrioToday è in caricamento