Luca Del Pero ed Elisa Sortini vincono il Madesimo Winter Trail

Oltre 200 partecipanti alla prima corsa sulla neve della Valchiavenna sull’itinerario intitolato a Carducci. In gara anche la campionessa italiana di orienteering Pozzebon

Foto Studio3

Sono il brianzolo Luca Del Pero (ASD Falchi Lecco) con il tempo di 39’17’’, e la valtellinese Elisa Sortini (Team Crazy Idea), con il tempo di 42’47’’, i vincitori del Madesimo Winter Trail, la prima corsa sulla neve della Valchiavenna fortemente voluta dal Consorzio Turistico di Madesimo e organizzata dall’ASD Andromeda Sport.

Domenica 17 marzo l’incantevole località in provincia di Sondrio ha ospitato in questa prima edizione oltre 200 appassionati di trail running, che hanno corso per 9 km, con un dislivello positivo di 300 m, toccando punti dello storico itinerario intitolato al poeta Giosuè Carducci, che per 15 anni ha trascorso a Madesimo le vacanze acquisendone nel 1901 la cittadinanza onoraria. Con i suoi 1.550 metri slm, nella nota Valle Spluga, Madesimo è infatti tra le eccellenze turistiche dell’arco alpino, tra i monti che segnano il confine tra Italia e Svizzera. 

“È il mio terzo winter trail della stagione - ha dichiarato il 21enne Luca Del Pero di Renate (MB) – e ne ho approfittato per scoprire Madesimo, una bellissima località che personalmente non conoscevo. Percorso veloce e perfettamente tracciato. Sono riuscito a staccarmi subito dal gruppo e ho mantenuto la posizione fino al traguardo”.

La mia stagione deve ancora cominciare - ha dichiarato la 35enne Elisa Sortini di Talamona – e la prima edizione di questo nuovo winter trail è stata la migliore occasione per allenarmi e tornare dopo tanti anni a Madesimo. Il percorso davvero bello, innevato e completamente battuto”.

Tra le donne, seconda classificata la campionessa italiana di orienteering Irene Pozzebon, lombarda di Merate classe 1995, che lo scorso settembre ha conquistato il suo secondo titolo tricolore in due anni nella disciplina. Dietista laureata all'Università di Pavia, Irene pratica l'orienteering dal 2010 per la ASD Polisportiva Besanese ed è un'atleta della Nazionale Italiana. “Ho lavorato la scorsa estate al Rifugio Bertacchi, gestito da mio padre – ha dichiarato la Pozzebon - e mi sono innamorata di questa valle. Un forte legame affettivo mi lega a Madesimo. Il trail running è inoltre un ottimo allenamento per il mio sport e in inverno un'occasione per misurarsi con altri atleti, visto che la stagione agonistica ripartirà a fine mese”. Il terzo gradino del podio è andato a Elena Peracca (Atletica Alto Lario), mentre, tra gli uomini, secondo classificato Marco Alberio (Azzurra Garbagnate), seguito da Erik Panatti (Amici Madonna Neve Lagunc).

Il tracciato ha permesso ai partecipanti di apprezzare gli incantevoli panorami che hanno ispirato alcuni dei capolavori di Carducci e di scoprire nel tratto iniziale, dopo la partenza dalla zona dell’Arlecchino, il Monumento al Poeta, inaugurato in suo ricordo cinque mesi dopo la scomparsa, il Ponte Groppera, dove la scrittrice Annie Vivanti ha incontrato per l’ultima volta l’amato compagno, e il Centro Congressi percorrendo la via a lui intitolata.

Il percorso ha costeggiato, inoltre, l’Hotel Cascata, dove Carducci consumava i suoi pasti, e Villa Adele, in cui soggiornava in estate, per poi snodarsi sull’altopiano degli Andossi regalando scorci fantastici, come le cime dei pizzi Tambò, Ferrè, Piani e Quadro, fino a concludersi nel centro del Comune. Nella batteria open spazio anche ai numerosi amanti del trekking, che hanno potuto vivere questo nuovo appuntamento camminando.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Madesimo Winter Trail - ha dichiarato Giulia Guanella, Consorzio Turistico di Madesimo – nasce per offrire una formula alternativa per vivere appieno la montagna, mixando sport, turismo e cultura e arricchendo un già fitto calendario di eventi e attività. La località è meta ideale per la pratica degli sport invernali, tra cui sci, con 60 chilometri di piste, snowboard, snowkite, ciaspole, motoslitte, fat bike e pattinaggio sul ghiaccio. Lo sport è sempre più una leva turistica su cui il Consorzio Turistico di Madesimo sta puntando, tanto da aver contribuito in questo avvio di stagione a una crescita del 4% delle presenze”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Berbenno, 42enne stroncato da malore a Prato Maslino

  • Uomo trovato senza vita sul sentiero della Val Codera

  • Si tuffa da due metri dove l'acqua è poco profonda, attimi di panico a Sondrio

  • Sondrio, dopo 58 anni chiude l'asilo dei Salesiani: la preoccupazione per le 73 famiglie iscritte

  • Tre gemelli di Albosaggia da record alla maturità, il riconoscimento del dirigente scolastico

  • È il piccolo Gabriele il simbolo della ripartenza del Morelli dopo l'emergenza covid

Torna su
SondrioToday è in caricamento