L'Italia di sci alpinismo non si ferma più: Antonioli torna primo in Coppa del Mondo

Incredibile la nazionale azzurra che sulle nevi svizzere di Disentis piazza cinque atleti nei primi cinque nell'individuale maschile: i primi due sono valtellinesi. Poi, buon terzo per Boscacci nella verticale race

Il podio azzurro nell'individuale maschile

Uno, due, tre, quattro, cinque. Come le dita di una mano, utile a togliersi il cappello e inchinarsi davanti a quest'Italia. Non c'era bisogno di un'ulteriore dimostrazione di forza, ma i ragazzi della Nazionale di sci alpinismo hanno voluto darla comunque e a Disentis, in Svizzera, sabato 23 marzo, hanno realizzato un autentico capolavoro di squadra nell'individuale maschile. Robert Antonioli, il numero uno di questo sport come si era visto ai recenti Mondiali di Villars con cinque medaglie in cinque gare, ha tagliato il traguardo per primo dopo un'ora, 26 minuti e 34 secondi. 

Alle sue spalle, come nella gara della rassegna iridata nella stessa specialità, si è piazzato Michele Boscacci con un ritardo di poco superiore ai 6 secondi, ma stavolta gli azzurri sono andati oltre e hanno piazzato una magica tripletta, con Matteo Eydallin a completare il podio. La cosa incredibile è che dietro di loro sono arrivati altri due italiani, Davide Magnini, re della categoria Espoir, e Nadir Maguet. Semplicemente immensi. 

La giornata azzurra diventa ancora più trionfale leggendo la classifica di Coppa del mondo. Robert Antonioli si riprende lo scettro ai danni di Anton Palzer, oggi ottavo. Il tedesco aveva approfittato dell'assenza dell'italiano (e di quasi tutti i big) nella tappa cinese premondiale, ma ora è stato riscavalcato con Antonioli a quota 535 punti contro i 496 del tedesco. 

Ordine d'arrivo Individuale maschile senior Cdm Disentis (Sui) 
1. ANTONIOLI ROBERT (ITA) 1:26:34,0
2. BOSCACCI MICHELE (ITA) 1:26:40,7
3. EYDALLIN MATTEO (ITA) 1:26:46,6
4. MAGNINI DAVIDE (ITA) 1:27:01,5
5. MAGUET NADIR (ITA) 1:27:25,8
6. ANTHAMATTEN MARTIN (SUI) 1:27:29,4
7. GACHET XAVIER (FRA) 1:28:34,4
8. PALZER ANTON (GER) 1:28:49,0
9. HÖFL ARMIN (AUT) 1:29:34,9
10. BON MARDION WILLIAM (FRA) 1:29:47,2

15. LENZI DAMIANO (ITA) 1:31:36,2 
18. CANCLINI NICOLO ERNESTO (ITA) 1:33:50,0
21. OBERBACHER ALEX (ITA) 1:34:39,2 ° 
29. AYMONOD HENRI (ITA) 1:38:00,3

Ordine d'arrivo Individuale maschile espoir Cdm Disentis (Sui)
1. MAGNINI DAVIDE (ITA) 1:27:01,5
2. EQUY SAMUEL (FRA) 1:30:44,8
3. ANSELMET THIBAULT (FRA) 1:30:59,9
4. ANÇAY JULIEN (SUI) 1:31:37,2
5. CANCLINI NICOLO ERNESTO (ITA) 1:33:50,0
6. LIETHA ARNO (SUI) 1:35:09,8
7. METTAN PIERRE (SUI) 1:35:35,3
8. AYMONOD HENRI (ITA) 1:38:00,3
9. CORTHAY THOMAS (SUI) 1:39:56,3
10. CASABELLA SIN SERGI (AND) 1:43:15,4

Il giorno seguente, domenica 24 marzo 2019, sul gradino più alto sale uno svizzero, Werner Marti, ma l'Italia piazza comunque due atleti sul podio nella vertical race maschile di Disentis, penultima tappa di Coppa del mondo di sci alpinismo prima del gran finale di Madonna di Campiglio. A sorpresa c'è un espoir al secondo posto della categoria senior: è Davide Magnini, classe 1997, che ha chiuso a soli dieci secondi dal vincitore, conquistando ovviamente il primo posto della propria categoria. Terzo tra i senior è Michele Boscacci che conquista così il suo secondo podio consecutivo dopo essere arrivato alle spalle di Robert Antonioli nell'individuale: qui chiude con circa 20 secondi di ritardo da Marti.

Il leader di Coppa del mondo, Robert Antonioli, si classifica quinto, dietro il tedesco Anton Palzer, che gli aveva strappato lo scettro nella tappa cinese approfittando dell'assenza dell'azzurro e ora rosicchia cinque punti portandosi a -34. Fuori dalla top ten, Henri Aymonod, Nadir Maguet, Damiano Lenzi, Matteo Eydallin e Nicolò Ernesto Canclini.

Ordine d'arrivo Vertical race maschile senior Cdm Disentis (Sui)
1. MARTI WERNER (SUI) 30:27,0 
2. MAGNINI DAVIDE (ITA) 30:37,4 
3. BOSCACCI MICHELE (ITA) 30:46,8 
4. PALZER ANTON (GER) 30:50,9 
5. ANTONIOLI ROBERT (ITA) 31:20,4 
6. OBERBACHER ALEX (ITA) 31:20,6 
7. HÖFL ARMIN (AUT) 31:37,1 
8. ANTHAMATTEN MARTIN (SUI) 31:39,3 
9. CARDONA COLL ORIOL (ESP) 31:53,9 
10. GACHET XAVIER (FRA) 31:55,7 

14. AYMONOD HENRI (ITA) 32:27,0 
26. MAGUET NADIR (ITA) 34:40,9 1 
27. LENZI DAMIANO (ITA) 34:41,1 20° 
30. EYDALLIN MATTEO (ITA) 35:02,2 2 
32. CANCLINI NICOLO ERNESTO (ITA) 35:15,7 

Ordine d'arrivo Vertical race maschile espoir Cdm Disentis (Sui)
1. MAGNINI DAVIDE (ITA) 30:37,4 
2. DRION DU CHAPOIS MAXIMILIEN (BEL) 31:57,0 
3. EQUY SAMUEL (FRA) 32:22,6 
4. AYMONOD HENRI (ITA) 32:27,0 
5. ANSELMET THIBAULT (FRA) 32:50,0 
6. METTAN PIERRE (SUI) 34:03,6 
7. LIETHA ARNO (SUI) 34:28,5 
8. ANÇAY JULIEN (SUI) 34:55,2 
9. CANCLINI NICOLO ERNESTO (ITA) 35:15,7 
10. CASABELLA SIN SERGI (AND) 35:19,2

Potrebbe interessarti

  • Il Passo Gavia è riaperto ma sembra un fiume

  • C'è un temporale in arrivo

  • Suor Dorina, da Sondrio a Superiora generale di 1600 consorelle

  • «È solo un arrivederci», dalla demolizione dell'oratorio spunta il saluto che commuove

I più letti della settimana

  • Valle Spluga, il maltempo blocca Statale 36

  • Grosio, caduta fatale da una scala: Ivano Negri non ce l'ha fatta

  • Valfurva, donna muore sul San Matteo

  • Maltempo: incredibile salvataggio ai piedi dello Spluga in Svizzera

  • Il Passo Gavia è riaperto ma sembra un fiume

  • Grosio, cade da una scala: grave un uomo

Torna su
SondrioToday è in caricamento