Scuola: rinnovata la Consulta Provinciale degli Studenti

Filippo Foppoli della 3^A Classico del Liceo “Piazzi – Perpenti” di Sondrio è stato eletto nuovo presidente. Sarà coadiuvato da Alida Maspes della 3^A del Liceo “Nervi-Ferrari” di Morbegno (vice) e Annalisa Piermartiri della 4^ A Liceo Scientifico “Pinchetti” di Tirano (segretaria)

La nuova Consulta provinciale studentesca. In piedi il neopresidente della Cps, Filippo Foppoli, e la vicepresidente Alida Maspes insieme al dirigente Ust Fabio Molinari e alla docente referente Maria Maddalena Ricciardi

Rinnovo biennale dei membri e cambio ai vertici della Consulta Provinciale degli Studenti (CPS) che resterà in carica fino al 2021. I 14 ragazzi che compongono l'organo istituzionale che rappresenta gli oltre 7.600 studenti delle scuole superiori della provincia di Sondrio, si sono riuniti venerdì 8 novembre, presso la sede di via Donegani dell’Ufficio scolastico territoriale in Assemblea plenaria per le elezioni del nuovo presidente e delvicepresidente ma anche per definire linee di indirizzo e progetti, sotto la guida della docente referente Maria Maddalena Ricciardi e alla presenza dei membri uscenti Alessandro Tarchini e Riccardo Graneroli.

Con 10 voti su 14, Filippo Foppoli della 3^A Classico del Liceo “Piazzi – Perpenti” di Sondrio è stato eletto nuovo presidentee subentra a Marco Foppoli diplomatosi lo scorso giugno all’Istituto “Besta – Fossati” di Sondrio. Il neoeletto presidente ha poi nominato quale segretario Annalisa Piermartiri della 4^ A Liceo Scientifico “Pinchetti” di Tirano. Alla carica di vicepresidente, con 8 voti su 14, è stata invece eletta Alida Maspes della 3^A del Liceo “Nervi-Ferrari” di Morbegno indirizzo Artistico, architettura e ambiente, che raccoglie l’eredità del vicepresidente uscente Erika Ghezzi del Liceo “Piazzi-Perpenti” di Sondrio.

Il neopresidente della Cps, Filippo Foppoli, e la vicepresidente Alida Maspes insieme al dirigente Ust Fabio Molinari e alla docente referente Maria Maddalena Ricciardi-2

«Sono molto contento di questa Consulta perché siamo tutti ragazzi molto motivati – commenta il nuovo presidente Filippo Foppoli –. Ho visto che c’è un buon interesse e sono felice di aver ricevuto tanti voti poiché significa che siamo un gruppo unito e abbiamo una visione comune. Nel corso del mio mandato mi piacerebbe portare avanti diversi progetti come la promozione della Carta dello Studente e la creazione di un giornale studentesco. Sarebbe bello anche proporre delle “conferenze al contrario” in cui siano gli studenti a fare le domande ai relatori in modo da essere veri protagonisti».

«Anche a me ha fatto molto piacere ricevere tante preferenze anche perché, già da questa prima assemblea, ho notato un gruppo unito e forte che ha davvero intenzione di fare qualcosa di concreto – aggiunge la neoeletta vicepresidente Alida Maspes –. Nei miei propositi c’è sicuramente quello di sostenere Filippo nel difficile ruolo di presidente e di creare un rapporto di costruttiva collaborazione con tutti i ragazzi poiché sono certa che ciò avrà sicuramente una ricaduta positiva sulle scuole della nostra Provincia».

La Consulta provinciale studentesca in Assemblea pleanaria-2

«La Consulta rappresenta un organo estremamente importante per i ragazzi poiché consente loro una piena partecipazione alla vita della comunità scolastica e di sperimentare un’esperienza di grande arricchimento formativo, culturale e umano – commenta la docente referente dell’Ust, Maria Maddalena Ricciardi –. I rappresentanti eletti sono tutti molto motivati e propositivi. Già in questa prima seduta, infatti, sono emerse tante idee interessanti come la volontà di organizzare un concerto-evento per tutte le scuole, di rinnovare la formula legata alla cena della legalità e di promuovere un tour per approfondire la conoscenza di questo importante organo sia fra i compagni che alla comunità, oltre a riproporre la Mostra artistica studentesca».

«Ho avuto modo di conoscere e confrontarmi con i nuovi membri della Consulta e a tutti loro auguro buon lavoro ma li esorto anche a farsi promotori di buone pratiche fra i compagni e di prendere seriamente questo incarico che sono certo regalerà loro grandi soddisfazioni – conclude il dirigente Ust, Fabio Molinari –. Mi auguro di instaurare un rapporto di reciproco confronto e, da parte mia, assicuro piena disponibilità e sostegno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo spettacolo della neve in Valtellina

  • Livigno, troppa neve sul Passo del Foscagno: chiuso per 4 ore per motivi di sicurezza

  • Compra banconote sbiancate credendo siano vere, truffato ristoratore di Bianzone

  • La neve continua a scendere a Livigno, Passo della Forcola chiuso definitivamente per l'inverno

  • Camion con cronotachigrafo manomesso: denunciati tre valtellinesi

  • In Valtellina i carabinieri antiterrorismo

Torna su
SondrioToday è in caricamento