Bollette, come risparmiare su luce e gas e spendere meno

Non esiste una formula magica, ma unendo tanti piccoli consigli, si può ottenere un notevole risparmio sulle bollette

Risparmiare sulle spese domestiche e avere più soldi nel portafoglio è possibile. Luce e gas rappresentano le voci di costo che più incidono sulla quotidianità degli studenti che vivono fuorisede. Eppure, risparmiare sui costi dell’energia che consumiamo in casa è possibile se si adottano alcuni importanti, se pur semplici, accorgimenti.

Risparmiare sul costo della luce

Per tagliare i costi delle bollette è bene prima di ogni cosa evitare inutili sprechi. A volte è sufficiente modificare le nostre abitudini attraverso piccoli gesti e accorgimenti pratici apparentemente banali. 

Prima di tutto accertarsi che la casa sia dotata di lampadine a basso consumo e a LED che non hanno più i costi esorbitanti di qualche anno fa. E' bene scegliere lampadine che abbiano caratteristiche in linea con le reali esigenze evitando eccessivi livelli di illuminazione.

Sembra stupido ricordarlo ma dimenticare le luci accese in giro per casa è una prassi ricorrente. Evitiamo quindi di ricorrere all’illuminazione artificiale in pieno giorno o con una luce naturale sufficiente.

Altro capitolo importante riguarda l'uso degli elettrodomestici.

Evitiamo di lasciare elettrodomestici e apparecchiature elettroniche in ‘stand-by’ ma spegnamo direttamente utilizzando l'interruttore principale. Scolleghiamo quindi caricabatteria dalle prese una volta utilizzati, spegnamo il televisore quando non serve, evitare l’uso simultaneo di più apparecchiature. 

Un consiglio è quello di ricorrere all’uso di multiprese ove possibile in modo da poter disattivare simultaneamente più apparecchi.

Se si utilizza lo scaldabagno o lo scaldacqua a pompa di calore, impostare la temperature sui 60° in inverno e 40° in estate.

Controllare che la casa sia dotata di elettrodomestici moderi: forno, lavatrice, frigorifero ad alta resa possono mantenere i consumi decisamente più contenuti. Tuttavia basta osservare alcune regole fondamentali per abbassare il consumo energetico e risparmiare.

Mai utilizzare la lavatrice a mezzo carico e prestare attenzione alla pulizia dei filtri: lo stesso vale anche per la lavastoviglie e il condizionatore. Quando possibile asciugare il bucato all'aria aperta piuttosto che nell'asciugatrice

Se il fornitore del vostro contratto prevedere una tariffazione bioraria, impostate i timer di lavatrice e lavastoviglie nelle fasce orarie meno costose (ad esempio dopo le 7 di sera e fino alle 8 del mattino).

Non posizionare il frigorifero accanto a fonti di calore. Evitiamo inoltre di aprire e chiudere la porta del frigo o del freezer: colleghiamo il cervello e pensiamo a tutto quello che ci serve in modo da ridurre le dispersioni. Lo stesso vale, come discorso inverso per il forno: evitiamo di aprire continuamente il portello. Per la cottura dei cibi utilizzare la pentola a pressione o padelle e pentole munite di coperchio.

Evitare come la peste stufette e termoventilatori elettrici. l'elettricità è un prodotto nobile, e questi elettrodomestici consumano tanto e restituiscono un calore poco duraturo.

Risparmiare sulla bolletta del gas

Ridurre i costi della bolletta del gas è importante soprattutto in inverno: prima cosa da fare è ridurre il più possibile la dispersione di calore in casa e garantire che l’impianto di riscaldamento sia perfettamente efficiente, attraverso un’adeguata manutenzione e un controllo periodico della caldaia.

Un piccolo trucco è quello di controllare che nei termosifoni non ci siano residui d’aria utilizzando l’apposita valvola. Regolate inoltre la temperatura domestica fino ad un massimo di 19°: abbassare di 1° la temperatura interna vuol dire ridurre i consumi di circa il 6%. In caso l’impianto di riscaldamento condominiale sia centralizzato, l’adozione di alcuni accorgimenti come il ‘conta-calorie’ può abbassare notevolmente i consumi. Consente a ogni condomino di avere una gestione più flessibile dei caloriferi.

Importante: non coprite i caloriferi con panni o tende che ne ridurrebbero l’efficienza.

Vetri e porte rappresentano le principali ‘vie di fuga’ del calore accumulato in casa. Per evitare dispersioni optate per i doppi vetri alle finestre ed evitate di lasciare porte e finestre aperte durante le ore più fredde della giornata. Di notte è utile abbassare completamente le tapparelle o serrare le imposte per aumentare l’effetto ‘barriera’. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Solleva il cervo appena abbattuto ma si sbilancia cadendo nel dirupo: cacciatore perde la vita

  • Non si ferma al posto di blocco con la moto e scappa: arrestato agricoltore sondriese

  • Incidente stradale a Poggiridenti, grave un uomo

  • Nasce il loro secondo figlio e scelgono di restare a Santa Caterina Valfurva: «Radici per ritrovare equilibrio»

  • Rompe vetrina per recuperare la refurtiva nascosta il giorno prima: Carabinieri denunciano chiavennasco

  • Tre giornaliste sondriesi protagoniste di "Reazione a catena" su Rai 1

Torna su
SondrioToday è in caricamento