Anno scolastico, successo per la cerimonia regionale di inaugurazione a Morbegno

La dirigente regionale Campanelli: «Senza cultura, conoscenza e istruzione non abbiamo futuro: senza lo studio non si può essere liberi»

Il Direttore Generale dell'USR della Lombardia, Delia Campanelli

Grande successo per la Cerimonia regionale di Inaugurazione dell’anno scolastico 2019/2020, tenutasi questa mattina, 19 settembre, presso l’Auditorium Sant’Antonio di Morbegno (in provincia di Sondrio). Ospite d’eccezione il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale (USR) per la Lombardia, Delia Campanelli, che, prima dell’inizio della cerimonia, ha avuto modo di visitare gli Istituti comprensivi "Spini-Vanoni" e "Damiani" di Morbegno.

Fra i tanti ospiti illustri e le autorità era presente anche l’ex ministro della Pubblica Istruzione Luigi Berlinguer. La manifestazione si è aperta nel segno della musica con l’esecuzione dell’Inno dell’Unione Europea e dell’Inno d’Italia da parte dell’orchestra dell’indirizzo musicale dell’Istituto “Spini-Vanoni”. A seguire Fabio Molinari, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale (UST) di Sondrio, Alberto Gavazzi, Sindaco del Comune di Morbegno e Paola Spena, Prefetto di Sondrio, hanno portato i propri saluti.

«Ringrazio il Direttore Generale Campanelli per aver accettato di essere oggi fra noi per sancire un momento così importante per la scuola del nostro territorio – ha esordito Fabio Molinari, dirigente UST Sondrio –. Iniziamo questo anno portandoci dietro alcune ferite che non possiamo dimenticare ma a cui dobbiamo dare un senso: mi riferisco agli studenti che, purtroppo, ci hanno abbandonato prematuramente. Il loro ricordo deve essere il seme da cui le nostre scuole devono riprendere il loro cammino. Carissimi ragazzi, affrontate la scuola con serietà e impegno: cogliete ogni attimo della vita ed ogni occasione che vi si propongono, ricordando sempre che tutti noi che siamo nella scuola dedichiamo la nostra vita professionale a voi. Amate la scuola quanto la scuola ama voi».

«Sono emozionato ed onorato che un evento tanto importante  venga celebrato nella città di Morbegno e in questo splendido Auditorium – ha affermato Alberto Gavazzi, Sindaco di Morbegno –. Mi auguro che i valori positivi trasmessi attraverso questa cerimonia rappresentino una premessa importante per il nostro territorio, ma anche per tutta la Nazione». 

«Sono contenta ed emozionata per questa giornata – ha continuato Paola Spena, Prefetto di Sondrio –. Morbegno offre una cornice straordinaria: è una città vivace, uno dei luoghi più belli dell’Italia. Scegliere di inaugurare l’anno scolastico in provincia di Sondrio è un grande onore, poiché offre al territorio l’opportunità di farsi conoscere e ribadire con forza quanto la scuola sia fondamentale nella società: il luogo in cui ha inizio il percorso per divenire cittadini di domani e in cui si impara a relazionarsi con rispetto reciproco fra compagni. Fra le cose belle di questo territorio è che sicuramente ha capito che tutto ciò che si investe sulla scuola viene restituito ancora più forte nella società».

La mattinata è proseguita con le testimonianze di Lorenzo Passerini, direttore d’orchestra, e Marco De Gasperi, campione del mondo di corsa in montagna, due personalità valtellinesi affermate che si sono particolarmente distinte nella scena musicale e sportiva internazionale dando così lustro alla provincia di Sondrio. 

«Il mio percorso scolastico è stato determinante per la mia carriera: le nostre scuole offrono una formazione su più fronti, fornendo una forte preparazione generale  – ha spiegato Lorenzo Passerini, rivolgendosi ai ragazzi –. La scuola apre le menti, forma e crede negli studenti che si affidano ad essa – alla domanda su quali fossero le caratteristiche di un buon direttore d’orchestra ha poi aggiunto –. Il direttore d’orchestra deve rendere tutti i musicisti partecipi e consapevoli: deve cercare di dare a tutti i componenti un’idea comune. Questa è la grande forza che deve avere, supportata da tecnica, studio e passione».

«Oltre a continuare ad essere un atleta, al momento alleno anche i giovani. Ho sempre avuto la passione per lo sport, tuttavia, terminare gli studi era imprescindibile – ha aggiunto Marco De Gasperi durante la sua testimonianza sul palco –. Nel corso della mia carriera sportiva inoltre ho imparato molte lingue, girato il mondo e ho potuto ampliare i miei orizzonti. Invito tutti i ragazzi a non mollare, perseguire i propri sogni e impegnarsi nello studio».

A seguire un video-messaggio di saluto di Giovanni Fosti, Presidente della Fondazione Cariplo, che ha preceduto un intermezzo musicale, durante il quale l’orchestra dell’Istituto Superiore “Pinchetti”, diretta dal Maestro Amedeo Orio, ha eseguito i brani “Entrata Reale” di G. F. Händel, “Gavotte” di J. B. de Boismortier, “Andante” di A. Vivaldi, “Gabriella’s Song” di S. Nilsson. A concludere la cerimonia è stata, infine, Delia Campanelli, Direttore Generale dell’USR Lombardia e ospite speciale della mattinata.

«Sono molto felice di essere qui, la provincia di Sondrio è un’eccellenza per la regione Lombardia, ma sono anche emozionata poiché quella di oggi è l’ultima inaugurazione scolastica a cui partecipo, dato che sono ormai giunta al termine della mia carriera professionale – ha concluso Delia Campanelli, Direttore Generale USR Lombardia che a breve lascerà l’incarico –. Tutti voi studenti rimarrete un ricordo indelebile che porterò sempre nel cuore. In tutta la regione ho trovato dirigenti estremamente professionali così come i docenti, che svolgono una delle professioni più complicate che esistano: hanno il compito di formare i ragazzi, di toccare il loro cuore e di aprire le loro menti. Ricordate che senza cultura, conoscenza e istruzione non abbiamo futuro: senza lo studio non si può essere liberi. La scuola è presidio della difesa, della libertà e dei diritti. Sono certa che la vita darà a ciascuno di voi ragazzi l’occasione di utilizzare il proprio talento. Un augurio e un ringraziamento a tutto il personale scolastico, cornice di un quadro in cui la scuola opera, alle famiglie e al dirigente Molinari, che mi ha accompagnato in questa splendida giornata».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Domani i funerali di Nicola Scieghi

  • Valmalenco, marito accoltella la moglie

  • Valanga travolge tre sciatori alpinisti vicino al Passo Salmurano, uno estratto vivo dalla neve

  • Tragico incidente a Pavia, muore 30enne di Castione

  • Droga nell'auto e una pistola illegale a casa, arrestato uomo di Piantedo

  • Valmalenco, accoltella la moglie e tenta il suicidio con il gas: arrestato

Torna su
SondrioToday è in caricamento