Tirano: Del Simone lascia, non entrerà in Consiglio comunale

L'ex sindaco, dopo aver perso il confronto con Franco Spada, ha deciso di dare spazio ad un giovane ed ha scritto una lettera ai suoi concittadini: «Alla luce dei risultati è evidente che abbiamo sbagliato qualche valutazione»

Non siederà all'interno del Consiglio Comunale di Tirano, convocato per mercoledì 12 giugno, Pietro (Galet) Del Simone, l'ex sindaco a guida della lista civica "Un futuro per Tirano", uscito sconfitto dal confronto elettorale con Franco Spada ("Rinnova Tirano") di domenica 26 maggio 2019.

Una sconfitta amara per Del Simone che, dopo 25 anni di vita amministrativa e 10 da sindaco, è stato staccato alle urne dal suo successore di 1293 voti pari a 25 punti percentuali. Un divario davvero consistente che ha comunque permesso alla lista di Del Simone di portare nel Consiglio comunale 3 rappresentanti (lo stesso Del Simone,  Maria Lisa Stoppani Maria e Massimo Ferri). 

Ora la scelta di lasciare, per dare spazio a qualche giovane promettente e dedicarsi alla vita familiare (tra i primi non eletti Danilo Del Simone e PaoloPanizza). Ecco di seguito quanto scritto da Del Simone ai tiranesi.

Cari concittadini, in una lettera inviata ai candidati e ai collaboratori del Gruppo “Progetto: un futuro per Tirano” per ringraziarli del loro sostegno elettorale, al di là del risultato elettorale rimane il contribuito ideale offerto per una Tirano migliore, resta la nostra testimonianza di dedizione alla cosa pubblica, la soddisfazione di avere compiuto un dovere di cittadini.

Alla luce dei risultati è evidente che abbiamo sbagliato qualche valutazione e me ne assumo tutta la responsabilità. Ringrazio quanti ci hanno dato il loro voto testimoniandoci la loro fiducia. Avevamo confidato che l’elettorato avrebbe apprezzato la ricomposizione del gruppo dopo la scissione della precedente tornata, ma sembrerebbe non sia stato così. Non averlo capito suggerisce però l’opportunità di farsi da parte.

Avevo fatto conto di guidare, non oltre un quinquennio, l’amministrazione comunale insieme ad un gruppo con diversi giovani in cui trasfondere la nostra esperienza e che sarebbero poi stati pronti a continuare senza di noi. Dopo 25 anni di intensa partecipazione politica e amministrativa ci si può sentire appagati e soddisfatti di avere fatto qualcosa per la comunità.

La mia rinuncia alla carica di consigliere offre a un giovane la possibilità di una importante esperienza. Il pur nobile ruolo di minoranza può essere svolto da altri come Maria Lisa Stoppani, donna di grande capacità e esperienza amministrativa, forte anche della sua carica di consigliere provinciale. Come dichiarai a suo tempo avevo accettato, per senso del dovere, la candidatura offertami dal gruppo, ma col dichiarato rammarico di dovere trascurare la famiglia, allietata dalla recente nascita della prima nipotina. È una scelta senza ombra di risentimento che i Tiranesi comprenderanno. Concludo congratulandomi con gli eletti della mia lista e inviando ai vincitori i migliori auguri di buon lavoro nell’interesse che ci accomuna per la città e i per i concittadini.

Pietro Del Simone

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Livigno: nasconde 84 litri di superalcolici nel camper ma viene fermato alla dogana in Valposchiavo

  • Morto un anziano intossicato in un incendio a Traona

  • Quanto costa la droga in Valtellina?

  • Giardini del centro proibiti e acqua per pulire l'urina: nuove regole a Sondrio per i proprietari dei cani

  • Ruinon, buone notizie per la Valfurva: lunedì iniziano i lavori per il ripristino della strada provinciale

  • Ecco il nuovo piano della sanità provinciale: Sondrio fulcro della rete di ospedali sul territorio

Torna su
SondrioToday è in caricamento