Olimpiadi Milano-Cortina, Masetti: «Un sogno che diventa realtà»

«Fratelli d’Italia Sondrio gioisce insieme a tutti i valtellinesi, i valchiavennaschi e gli altolariani per l’assegnazione dei Giochi Olimpici Invernali 2026 a Milano-Cortina» ha dichiarato Marco Masetti, portavoce di Fratelli d'Italia della Provincia di Sondrio.

«E’ stata data una grande opportunità al nostro territorio,anche in termini di indotto, che dobbiamo sfruttare al meglio tutti insieme per non farci trovare impreparati.Fratelli d’Italia Sondrio auspica una fattiva collaborazione, da qui al 2026, tra tutti gli addetti ai lavori partendo dai rappresentanti delle istituzioni fino ad arrivare ai cittadini per la buona riuscita dell’importantissimo evento. Questa assegnazione sia da stimolo, fin da subito, per azioni volte ad implementare infrastrutture che rendano il territorio adeguato ad un evento di tale portata e, perché no, ad una rivisitazione degli stanziamenti ed una riqualificazione delle strutture sanitarie della provincia».

«Chiudiamo con un plauso a tutte le forze in campo che hanno contribuito a questa vittoria, con una menzione particolare per l’Assessore al Turismo e Marketing Lara Magoni che ha messo in campo tutte le sue energie da campionessa, quale è, per promuovere la nostra Regione in tutto il mondo».

Potrebbe interessarti

  • Insalata di pizzoccheri, indignazione social al supermercato di Milano

  • Lutto in Valtellina, è morto Emilio Triaca

  • Opere per le Olimpiadi 2026, la paura di Legambiente per il Parco dello Stelvio

  • Svizzera, in pensione l'uomo che decideva quando riaprire il Passo del Bernina dopo le chiusure

I più letti della settimana

  • Insalata di pizzoccheri, indignazione social al supermercato di Milano

  • L'Adda restituisce il corpo del 19enne gettatosi dal ponte

  • Lutto in Valtellina, è morto Emilio Triaca

  • Cade con la bici mentre fa downhill a Livigno, gravissimo bambino di 10 anni

  • Lo spettacolo della Re Stelvio Mapei, tutte le classifiche

  • Dopo 32 anni la Valtellina non dimentica l'alluvione del 1987

Torna su
SondrioToday è in caricamento