Europee: nessun valtellinese siederà nel Parlamento di Strasburgo 

Nulla da fare per i candidati “made in Valtellina”. Lo sbarramento del 4% nega il successo al tiranese Della Vedova (13.216 voti). Per il sindaco di Livigno, Damiano Bormolini, 3037 voti

Nulla da fare per Camillo Della Vedova

Nessun politico “made in Valtellina” siederà tra i banchi del Parlamento europeo di Strasburgo nei prossimi 5 anni. Nessuno dei 6 candidati provenienti dalla provincia di Sondrio avrà la possibilità di rappresentare gli interessi di valtellinesi e valchiavennaschi, chi per pochi voti personali ottenuti, chi a seguito del mancato raggiungimento della soglia di sbarramento per volare in Europa.

È il caso il tiranese Benedetto Della Vedova, capolista nella circoscrizione Nord ovest per + Europa, il valtellinese più votato alle Elezioni Europee di domenica 26 maggio 2019. Saranno perciò inutili i 13.216 voti totali ottenuti visto che + Europa non riesce a superare lo sbarramento per entrare al Parlamento europeo (3,09% la percentuale di voti ottenuti).

Condizione analoga per Benedetta Rinaldi, originaria di Sernio, e candidata per “Europa Verde”. La giovane storica è stata in gradi ottenere 1288 voti ma lo sbarramento è risultato fatale alla sua lista (solo il 2,29% i voti ottenuti a livello nazionale).

Fuori dai giochi anche il giovane di Valdidentro, Stefano Morcelli, candidato come Della Vedova tra le fila di + Europa,  capace di conquistare 1.475 voti.

Diversa invece la condizione degli altri cinque candidati incapaci di ottenere il sufficiente numero di preferenze personali nonostante la lista di appartenenza abbia superato il 4% di consenso. È così che il sindaco di Livigno, Damiano Bormolini, candidato come “esterno” tra le fila di Forza Italia, resta nel Piccolo Tibet nonostante abbia ottenuto 3037 preferenze. 

Stessa condizione per il candidato per il Partito democratico Giovanni “Gianni” Farina, originario di Caiolo, scelto da 1.637 elettori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo spettacolo della neve in Valtellina

  • Livigno, troppa neve sul Passo del Foscagno: chiuso per 4 ore per motivi di sicurezza

  • Compra banconote sbiancate credendo siano vere, truffato ristoratore di Bianzone

  • La neve continua a scendere a Livigno, Passo della Forcola chiuso definitivamente per l'inverno

  • Camion con cronotachigrafo manomesso: denunciati tre valtellinesi

  • In Valtellina i carabinieri antiterrorismo

Torna su
SondrioToday è in caricamento