Elezioni comunali ed europee 2019: aggiornamenti e affluenza in diretta

Urne chiuse: tutte le informazioni sui seggi della Provincia di Sondrio. Per le Europee ha votato il 60,22% degli aventi diritto in provincia di Sondrio. Per le Amministrative ha votato il 63,36%. Commissario prefettizio in arrivo a Civo e Spriana, non si è raggiunto il quorum.

Domenica 26 maggio 2019 urne aperte in tutta Italia dalla 7 alle 23 per le elezioni comunali e per le elezioni europee. In 3818 comuni italiani si vota per il sindaco e il rinnovo del consiglio comunale. Per quanto riguarda le elezioni europee tutti i cittadini maggiorenni degli Stati membri sono chiamati a scegliere i rappresentanti del Parlamento europeo.

Affluenza alle ore 23 - Seggi chiusi

L'affluenza alla chiusura dei seggi pre quanto riguarda le elezioni europee in provincia di Sondrio è circa il 60% degli aventi diritto. Nel capoluogo ha votato il 54,75%, a Bormio il 53,24%, a Tirano il 65,05%, a Morbegno il 68,66% mentre a Chiavenna il 61,32%.

Per le elezioni comunali, sui 51 comunichiamati alle urne, l'affluenza è stata leggermente più alta visto che in Valtellina e Valchiavenna ha votato circa il 63% degli aventi diritto.

Si attendono ancora i dati di due comuni della provincia.

Obiettivo quorum raggiunto per 22 dei 24 comuni della provincia di Sondrio con una sola lista candidata per le Amministrative.
Ecco l'affluenza nei 24 comuni dove la corsa era per il raggiungimento del quorum:

Gordona 61,29%
Prata Camportaccio 57,38%
Samolaco 64,37%
Albaredo  67,51%
Andalo Valtellino 78,63%

Civo 31,17%
Dubino 59,46%
Pedesina 64,00%
Rogolo 63,65%
Castello dell’Acqua 54,55% 
Castione Andevenno 64,65%
Cedrasco 62,88%
Chiuro 59,02%
Colorina 56,09%
Fusine 70,22%
Lanzada 53,88%
Montagna in Valtellina 56,76%
Poggiridenti 61,52%

Spriana 39,68% 
Torre Santa Maria 53,77%
Tresivio 60,92%
Bianzone 59,79%
Sondalo 55,91%
Tovo Sant’Agata 56,24% 

Per avere la conferma che nei comuni dove si è raggiunto il quorum il candidato sindaco sia stato effettivamente eletto bisognerà attendere lo spoglio delle schede, in programma dalle ore 14 di lunedì 27 maggio. Per l'elezione è necessario che i candidati sindaci «abbiano riportato un numero di voti validi non inferiore al 50 per cento dei votanti».

Nulla da fare per Civo e Spriana, dove tra qualche giorno si insedierà un commissario prefettizio. Non sono riusciti a scaldare gli animi dell'elettorato Gianpietro Camero (Insieme per Civo) e Vanessa Gianotti (Insieme per Spriana).

Affluenza alle ore 19 - I primi eletti

Con i dati dell'affluenza alle ore 19 si possono già ipotizzare i primi sindaci eletti in Provincia di Sondrio. Sei Comuni in Valtellina con una sola lista elettorale candidata hanno raggiunto il quorum. Si ha pertanto il nome del nuovo sindaco, seppur ufficiosamente. È il caso di Albaredo dove Patrizio Del Nero (Lista Civica - Albaredo) diventa il primo cittadino. Come lui Juri Girolo (Andalo futura) a Andalo Valtellino, Fabio Ruffoni (Insieme per Pedesina) a Pedesina, Massimiliano Franchetti (Cresci Castione) a Castione Andevenno, Nello Oberti (Vicini alla gente) a Cedrasco e Monica Taschetti in Maestri (Progetto Fusine) a Fusine.

In attesa dell'ufficialità, attesa soltanto nel pomeriggio di lunedì 27 maggio, quando si saprà, come richiesto dal comma 10 il Testo unico, se i candidati sindaci «abbiano riportato un numero di voti validi non inferiore al 50 per cento dei votanti».

Ecco l'affluenza nei 24 comuni di Valtellina e Valchiavenna dove si è presentata una sola lista civica e dove la corsa è per il raggiungimento del quorum:

Gordona 46,99%
Prata Camportaccio 42,58%
Samolaco 49,43%
Albaredo 55,60%
Andalo Valtellino 65,38%

Civo 26,05%
Dubino 45,98%
Pedesina 60,00%
Rogolo 49,00%
Castello dell’Acqua 47,15% 
Castione Andevenno 51,04%
Cedrasco 53,13%

Chiuro 46,11%
Colorina 45,82%
Fusine 53,86%
Lanzada 43,71%
Montagna in Valtellina 44,00% 
Poggiridenti 48,09%
Spriana 31,75%
Torre Santa Maria 41,95% 
Tresivio 46,27%
Bianzone 42,13%
Sondalo 45,07%
Tovo Sant’Agata 40,68% 

Per quanto riguarda il resto della provincia di Sondrio, alle ore 19 ha votato il 50,80% degli aventi diritto.

Per le Elezioni Europee, in Valtellina e Valchiavenna, alle ore 19, ha votato il 47,06% degli elettori. Un dato leggermente in diminuzione rispetto alle scorse votazioni. 

Affluenza alle ore 12

Per le Elezioni Europee, in provincia di Sondrio, alle ore 12, ha votato il 19,16% degli elettori. Un dato tendenzialmente in linea con le scorse votazioni. Per quanto riguarda le Elezioni Comunali, invece, il dato è leggermente più alto visto che ha votato il 21,26% degli aventi diritto.

Ecco l'affluenza nei 24 comuni di Valtellina e Valchiavenna dove si è presentata una sola lista civica e dove la corsa è per il raggiungimento del quorum:

Gordona 17,89%
Prata Camportaccio 16,35%
Samolaco 18,16%
Albaredo 28,88%
Andalo Valtellino 23,50%
Civo 12,64%
Dubino 17,24%
Pedesina 30,00%
Rogolo 20,48%
Castello dell’Acqua 22,50%
Castione 20,79%
Cedrasco 24,59%
Chiuro 19,16%
Colorina 19,76%
Fusine 22,98%
Lanzada 17,80%
Montagna in Valtellina 17,01%
Poggiridenti 22,22%
Spriana 19,84%
Torre Santa Maria 15,87%
Tresivio 17,47%
Bianzone 21,87%
Sondalo 18,12%
Tovo Sant’Agata 15,38%

Nell'election day, inoltre, sono chiamati alle urne anche i piemontesi per eleggere il presidente della Giunta e il Consiglio della Regione oltre che sono in programma le elezioni suppletive della Camera dei deputati nei collegi uninominali 04 (Trento) e 06 (Pergine Valsugana) della XXVIII Circoscrizione Trentino-Alto Adige.

elezioni amministrative 2016-2-3-2

Tessera elettorale

Per votare è necessario avere con sé - e portare al seggio - un documento di riconoscimento e la tessera elettorale: se la si è smarrita o si è deteriorata o sono finiti gli spazi per i timbri, è necessario chiederne il duplicato negli uffici anagrafe del proprio Comune di residenza che, in periodo elettorale, osservano orari di apertura più ampli del solito.

Il "tagliando antifrode"

Le schede elettorali avranno un cosiddetto "tagliando antifrode" che rende impossibile utilizzare schede già votate in precedenza. Il tagliando ha un codice che verrà verificato, dopo il voto, dallo scrutatore. L'elettore consegna la scheda al presidente del seggio, il quale verifica la corrispondenza del numero di codice con quello annotato quando all'elettore è stata consegnata la scheda. Poi il presidente strappa la parte con il codice e inserisce di sua mano la scheda nell'urna.

Elezioni Comunali 2019 in Valtellina e Valchiavenna

Una tornata elettorale importante per la provincia di Sondrio, visto che coinvolge complessivamente 96.273 aventi diritto al voto, dei quali 49.158 donne. Una votazione caratterizzata in Valtellina e Valchiavenna da un dato di forte instabilità politica e disaffezione alla "cosa pubblica": in ben 24 casi la scheda elettorale presenta una sola lista. Particolare attenzione al raggiungimento del quorum quindi. Un dato, quello della mono-lista, estremamente significativo per il quadro istituzionale di Valtellina e Valchiavenna al quale si va aggiungere quello della presenza femminile: su 82 aspiranti sindaci, soltanto 11 sono donne.

Tra le sfide più importanti, spiccano gli scontri elettorali di Tirano, Morbegno e Chiavenna dove, in tutti i casi, il sindaco uscente si ripresenta agli elettori. A Tirano è una corsa a tre visto che insieme al sindaco uscente, Franco Spada (Rinnova Tirano), si presenta anche Pietro Giovanni Del Simone (ex sindaco anch'egli - Un futuro per Tirano) e Rosanna Fiorina (DestinAZIONE Tirano). 

A Morbegno a sfidare l'avvocato Andrea Ruggeri (Cambiamorbegno 2.0) si presenta l'architetto Alberto Gavazzi (Svolta a Morbegno) mentre a Chiavenna, Angelo Passerini (Ho a cuore Chiavenna) punta a sfilare la fascia tricolore a Luca Della Bitta (Vivi Chiavenna).

Come si vota alle Elezioni Comunali 2019: scheda elettorale e preferenze

Tutti i Comuni chiamati alle urne in provincia di Sondrio hanno meno di 15 mila abitanti. Per questo si può tracciare un segno solo sul candidato sindaco, solo sulla lista collegata al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che sulla lista collegata all'aspirante primo cittadino: in ogni caso il voto viene attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco collegato. In tal senso non è permesso il voto disgiunto. Viene eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti. La scheda è di colore azzurro.

Per quanto riguarda il voto agli aspiranti consiglieri comunali, le preferenze si esprimono scrivendo negli appositi spazi il cognome (oppure il nome e cognome in caso di omonimia) dei candidati della lista votata. Nei comuni con meno di 5 mila abitanti si può esprimere una sola preferenza. Nei comuni con oltre 5 mila abitanti è possibile esprimere due preferenze per i candidati a consigliere comunale: devono però riguardare due candidati di sesso diverso, pena l'annullamento della seconda preferenza.

Elezioni Europee 2019

Contemporaneamente alle Amministrative, domenica 26 maggio, dalle ore 7 alle 23, gli italiani saranno chiamati alle urne per eleggere anche 76 membri dell'Europarlamento. Il territorio nazionale è diviso in 5 circoscrizioni: Nord-Est (15 seggi), Nord-Ovest (20), Centro (15), Sud (18) e Isole (8). Cinque colori per cinque circoscrizioni: per la Lombardia, insieme a Piemonte, Valle d'Aosta e Liguria, la scheda sarà di colore grigio.

Nei 51 Comuni della provincia di Sondrio in cui si vota anche per le elezioni amministrative, gli elettori, per rinnovare il consiglio comunale, ricevevono due schede elettorali: quella per le amministrative è blu, mentre il colore di quella per le europee è, come detto, grigio.fac simile scheda elettorale europee italia nord ovest-2-2

Come si vota alle elezioni europee 2019: scheda elettorale e preferenze

Tutte le schede, che vengono consegnate aperte, contengono i simboli delle liste candidate. Per votare è necessario barrare con una X il simbolo (uno e uno solo) della lista prescelta. È possibile poi esprimere la preferenza per un candidato o più candidati, indicandone nome e cognome o semplicemente il cognome. Si può indicare fino a un massimo di 3 candidati, purché non siano tutti dello stesso sesso.

Il sistema elettorale

Il sistema con cui in Italia si vota per rinnovare il Parlamento europeo è un proporzionale puro, su base nazionale, con una soglia di sbarramento del 4%. Questo significa che entrano in Parlamento i partiti che raggiungeranno il 4% dei voti totali espressi in Italia. I seggi (attualmente sono 73 per l'Italia, ma diventeranno 76 con l'uscita della Gran Bretagna dall'Europa) verranno ripartiti per ogni partito sulla base delle percentuali raggiunte. Dopo aver determinato il numero dei seggi che spettano a ciascuna lista a livello nazionale, si distribuiscono i seggi ai partiti nelle singole circoscrizioni. Si assegneranno poi i seggi ai singoli candidati a seconda delle preferenze ricevute. 

Lo spoglio

I voti per le elezioni europee saranno i primi ad esser conteggiati, con l'avvio dello scrutinio a partire dalle ore 23. Una volta ufficializzati i voti elle europee, a partire dalle ore 14 di lunedì 27 maggio inizierà lo spoglio delle elezioni amministrative.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Livigno: nasconde 84 litri di superalcolici nel camper ma viene fermato alla dogana in Valposchiavo

  • Morto un anziano intossicato in un incendio a Traona

  • Quanto costa la droga in Valtellina?

  • Morbegno in cantina: vigile sale su auto in corsa per fermare un ubriaco entrato nella "zona rossa"

  • Giardini del centro proibiti e acqua per pulire l'urina: nuove regole a Sondrio per i proprietari dei cani

  • Ruinon, buone notizie per la Valfurva: lunedì iniziano i lavori per il ripristino della strada provinciale

Torna su
SondrioToday è in caricamento