Marco Maiero e i Vos de Mont tornano protagonisti della coralità provinciale

Tirano ospiterà il prossimo 23 febbraio il coro friulano più famoso del mondo

Un grande ritorno annunciato quello del famoso coro friulano "Vos de Mont" e del suo grande Maestro Marco Maiero.

Dopo l'entusiasmante esperienza di Rezia Cantat, l'Unione Società Corali Italiane di Sondrio in collaborazione con la città di Tirano, del BIM dell'Adda e del Mera, la Provincia di Sondrio promuovono una giornata di bel canto presso la città di Tirano il prossimo 23 febbraio.

La giornata inizierà alle ore 14.30 presso l'auditorium Trombini della città aduana, dove ben 7 cori valtellinesi parteciperanno al workshop dedicato all'analisi e alla ricerca di nuove modalità di canto attraverso l'esperienza e la direzione di Marco Maiero.

Oltre 150 coristi provenienti da Chiavenna sino a Bormio avranno così la possibilità di conoscere al meglio il noto maestro friulano, famoso per i brani che molti cori provinciali cantano ormai da alcuni anni nei propri repertori.

A seguire, alle ore 21 presso la chiesa di S. Martino di Tirano, il coro Vos de Mont eseguirà un favoloso concerto aperto al pubblico di amanti del canto d'autore, sempre sotto la bacchetta di Maiero.

Sarà possibile acquistare i biglietti in prevendita presso:

Libreria Tiralistori in piazza Cavour 13 a Tirano tel. 0342 703121

Libreria Cartoleria Il Mosaico, viale Italia 29, Tirano tel. 0342 719785

Ufficio Turistico, piazza delle Stazioni 18, Tirano tel. 0342 706066

altre info al sito www.vosdemont.it oppure www.usci-sondrio.it

Il curriculum del maestro Marco Maiero

Marco Maiero è nato a Tricesimo (Ud) nel 1956. Nel 1981 si è diplomato in trombone presso il Conservatorio "J. Tomadini" di Udine. Insegna educazione musicale nella Scuola Media. 
L’inizio del suo percorso nell’ambito della musica corale è strettamente collegato agli indispensabili insegnamenti del maestro Bepi De Marzi e alle voci del coro "Vôs de mont" che ha fondato nel 1978 e col quale ha cominciato a proporre canti originali di cui è compositore e autore. 
I testi delle sue composizioni hanno trovato da sempre luce espressiva nei colori della terra e della storia friulana ma senza rimanere vincolati necessariamente all'uso della lingua locale. 
La sua musica si ispira alla corrente del canto d'autore popolareggiante, una sorta di polifonia etnica in cui melodia e armonizzazione, pur usando un linguaggio accessibile, sono alla costante ricerca delle potenzialità e dei colori della voce. 
I canti di Maiero si rivelano limpidi specchi dell'anima e proprio per questo trovano diffusa accoglienza nel repertorio di molti cori italiani ed esteri. Nel 2000, insieme ad amici appassionati, dà vita al decimino di ottoni "Brassevonde"
Tale esperienza gli offre lo stimolo per ampliare il repertorio di arrangiamenti e composizioni per il gruppo ma anche per svariate formazioni strumentali. 
Nel 2015 il pianista Paolo Chiarandini ha rivisitato alcuni dei suoi canti proponendoli in un'originale versione pianistica e raccogliendoli in un CD dal titolo "Anime e lune"

Potrebbe interessarti

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Che partenza la stagione dei funghi in Valtellina

  • Dove sono i controlli della velocità con gli autovelox fino al 18 agosto

  • Sondrio, quanto affetto per Nicola Giugni

I più letti della settimana

  • Sondrio in lutto, è morto l'avvocato Nicola Giugni

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Altro che amichevole estiva, tra Sondrio Calcio e Seregno finisce in rissa

  • Che partenza la stagione dei funghi in Valtellina

  • Sabato 17 agosto l'ultimo saluto a Nicola Giugni

  • Una coppia è stata aggredita e minacciata con una pistola giocattolo nel centro di Sondrio

Torna su
SondrioToday è in caricamento