Manca pochissimo alla 111° Mostra del Bitto

Cresce l’attesa per un’edizione con grandi novità e ingresso e trasporto gratuiti

Quando mancano meno di due giorni all’inaugurazione della 111ª Mostra del Bitto e XXVIII Fiera Regionale dei Prodotti della Montagna Lombarda, tutta la città è in gran fermento. Gli allestimenti in centro sono iniziati soltanto questa mattina per non creare problemi al traffico cittadino, mentre al Polo Fieristico, all’interno e nell’area esterna, si lavora da giorni. Il centro della Bassa Valtellina e il suo circondario, reduci da due weekend intensi fra Morbegno in Cantina e Gustosando, sono pronti ad accogliere convalligiani e turisti per quella che si prospetta come una vera e propria invasione. C’è grande attesa per l’edizione 2018 del secolare evento enogastronomico, il più importante della provincia di Sondrio, che, per la prima volta, coinvolgerà l’intera città. Il centro e la zona nord, dove ha sede il Polo Fieristico, saranno collegati da bus navetta con capolinea l’area antistante piazza S. Antonio e quella della struttura fieristica. Gratuità e comodità caratterizzano sia il trasporto che l’ingresso al Polo Fieristico in un’area che mette a disposizione ampi parcheggi e servizi.

«Ormai ci siamo, abbiamo moltiplicato gli sforzi per proporre una grande edizione della Mostra del Bitto, ricca di eventi ed emozionante, una vetrina per il settore agroalimentare e il turismo - sottolinea Christian Borromini, presidente della Comunità Montana di Morbegno che quest’anno la organizza -: confidiamo che i visitatori colgano l’opportunità di spostarsi per l’intera città da un evento all’altro usufruendo dei bus navetta gratuiti. Il nostro obiettivo è duplice: promuovere una bella manifestazione e valorizzare il Polo Fieristico. È una sfida nell’interesse del territorio e siamo determinati a vincerla».

Oltre cento gli espositori e quattro gli ideali palcoscenici per esibizioni e spettacoli. Al Polo Fieristico i visitatori troveranno più di 30 stand di operatori, mostre, aree per le degustazioni guidate e per i laboratori per i bambini, l’ampia cucina per gli showcooking, l’area eventi, la casera con i formaggi che partecipano al concorso e il tradizionale calecc, oltre a bar e ristorante con la cucina gestita dall’Accademia del Pizzocchero di Teglio. In centro ci saranno oltre 70 espositori, street food, ristoranti, bar e negozi con menù e iniziative speciali, i palchi nelle piazze S. Antonio e Caduti per la Libertà, due schermi in S. Antonio che proietteranno in diretta le immagini del Polo Fieristico. Quale prestigioso palcoscenico si aggiunge l’auditorium che, nella serata di sabato, alle ore 21, ospiterà lo spettacolo dei Barabàn, inserito nel cartellone di Alpi Sonanti: un appuntamento dedicato ai suoni della nostra cultura e alle storie della nostra terra. Uno dei gruppi più rappresentativi della scena folk italiana per raccontare un luogo suggestivo con “Alp Music - Musiche, immagini e tradizioni dell’arco alpino”.

Il programma è ricchissimo di appuntamenti e unisce le degustazioni ai laboratori, le tradizioni agli spettacoli, gli showcooking alla musica: tra grandi ospiti, eventi e iniziative i visitatori non avranno che l’imbarazzo della scelta e potranno spostarsi tra il Polo Fieristico, le piazze S. Antonio, Caduti per la Libertà e S. Giovanni, le vie Garibaldi, Vanoni, Nani e Cappuccini. Ovunque andranno troveranno spettacoli, prodotti tipici da gustare e animazione. Questo è lo spirito della 111ª Mostra del Bitto: tutto e dappertutto. È sufficiente sfogliare il programma e scorrere gli appuntamenti uno ad uno per rendersi conto che le giornate di sabato 13 e domenica 14 ottobre saranno intense ed emozionanti. 

Due gli ospiti, uno al giorno: Jimmy Ghione sabato e Benedetta Parodi domenica. Entrambi si divideranno tra il Polo Fieristico e il centro città. L’inviato di ‘Striscia la notizia’ parlerà del rischio contraffazione e della tutela dei prodotti tipici agli studenti durante l’incontro organizzato da Coldiretti che avrà inizio alle 9 nella struttura fieristica. Da metà mattina sarà in piazza S. Antonio per incontrare il pubblico. Benedetta Parodi animerà il pomeriggio della domenica: alle 15.30 sarà davanti ai fornelli, nell’area eventi del Polo Fieristico per uno showcooking che esalterà le qualità del Bitto, e successivamente si sposterà in centro per firmare autografi. 

Alta cucina e prodotti tipici di qualità che parlano del territorio formano il binomio degli showcooking stellati con gli chef de La Fiorida: Gianni Tarabini e Franco Aliberti accompagneranno il pubblico nel percorso di creazione dei loro piatti ispirati alla tradizione con assaggio finale per i presenti. Sabato, alle ore 17, chef Aliberti presenterà il suo “Cuore di Montagna”, domenica, alle ore 15, chef Tarabini proporrà una prima assoluta dedicata ai visitatori della Mostra del Bitto: “Cappuccino al Bitto” con cereali antichi e riduzione al mosto.

Tra le eccellenze del nostro territorio c’è anche un’atleta, l’olimpionica della ginnastica ritmica Veronica Bertolini, oggi allenatrice, che si esibirà nel pomeriggio della domenica. Dalla grazia alla robustezza e alla forza con le gare di tiro alla fune che si svolgeranno in piazza S. Antonio sabato dalle 16 alle 18 e domenica dalle 13 alle 18. Sarà l’occasione per vedere in azione i campioni d’Italia delle Marche. 

Il Consorzio di tutela dei formaggi Valtellina Casera e Bitto si presenta alla Mostra del Bitto con uno stand istituzionale al Polo Fieristico che ospita tutti i soci, a cominciare dalle due latterie, Sociale Valtellina e di Chiuro, e le migliori produzioni casearie. Una scelta che valorizza il ruolo dell’organismo e rende evidente la coesione dei soci. Produttori e casari vivranno la loro serata da protagonisti sabato, alle ore 21, con la premiazione del concorso dei formaggi: emozione e curiosità accompagnano l’attesa per conoscere i vincitori di questa edizione.

Cultura e natura, di cui la nostra valle è ricca, sono i temi delle visite guidate. Lucica Bianchi ha organizzato delle passeggiate nel centro storico alla scoperta dei tesori artistici che conserva: sabato dalle 10 alle 12, domenica dalle 15 alle 17. Attiguo al Polo Fieristico, il Polo delle Biodiversità è un centro didattico nel quale hanno trovato dimora frutteti, vigneti, castagneti e boschi. Le visite guidate coordinate da Giulia Rapella, responsabile dell’Ufficio agricoltura della Comunità Montana di Morbegno, in collaborazione con Ersaf e Fondazione Fojanini, si svolgeranno sabato alle 11 e alle 15, domenica alle 15. Tutte le visite sono gratuite ma è necessario prenotarsi agli Info Point attivi in piazza S. Antonio e al Polo Fieristico. Le iscrizioni sono richieste anche per partecipare ai laboratori del gusto organizzati dal Consorzio di tutela dei formaggi Valtellina Casera e Bitto e dal Distretto Agroalimentare di Qualità della Valtellina che si svolgeranno nell’area soppalco nella struttura fieristica con la presenza di maestri assaggiatori dell’Onaf.

La 111ª Mostra del Bitto ha molto da raccontare, del territorio, dei prodotti tipici, e altrettanto da proporre, con musica, showcooking e grandi stelle della televisione: lo farà coinvolgendo l’intera città. Due giorni per 24 ore e mezza di apertura, sabato dalle 9 alle 23.30, domenica dalle 9 alle 19, da vivere intensamente scoprendo tutto ciò che Morbegno e il resto della Valtellina hanno di bello e di buono da offrire.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce nel burrone con il mezzo da lavoro che lo travolge: grave operaio valtellinese

  • Galbusera piange Franco Giandonati, storico manager del "Mago G"

  • Morbegno, cade dalla bici e si frattura una spalla

  • Solleva il cervo appena abbattuto ma si sbilancia cadendo nel dirupo: cacciatore perde la vita

  • Incidente stradale a Poggiridenti, grave un uomo

  • Denunciato pusher morbegnese nel "bosco della droga" tra Molteno e Bulciago

Torna su
SondrioToday è in caricamento