Rigenerazione urbana? Sviluppo economico e sociale per un territorio

È lo spunto alla base del convegno organizzato da Confartigianato Imprese Sondrio.  Presenti diversi professionisti grazie al supporto e alla collaborazione di tutti gli Ordini e i Collegi professionali

La rigenerazione urbana sarà una delle sfide del prossimo futuro: lo sviluppo economico e sociale del territorio passerà sempre più dal recupero di spazi da restituire alla comunità. Da questo spunto è nata l’idea di Confartigianato Imprese Sondrio di organizzare un importante convegno dal titolo “Rigenerare e Riqualificare il patrimonio residenziale” che si è tenuto martedì 4 giugno presso la sala “A. Succetti” del Centro Servizi Cesaf, in Largo dell'Artigianato, 1.

L’obiettivo è stato quello di coinvolgere il numero più ampio di portatori di interesse in una logica di beneficio complessivo al territorio sia per i riflessi sul piano dell’attrattività turistica sia per la qualità di vita di chi vive e lavora nel territorio. Le agevolazioni fiscali sulla riqualificazione degli edifici e dei nuclei abitativi consente infatti di poter trasferire il credito d’imposta in maniera rilevante (dal 70 al 75%) per gli interventi di rigenerazione eseguiti sui condomini.

Per i Condomini ad esempio la procedura risulta di semplice attuazione in quanto l’assemblea condominiale può infatti deliberare la cessione del credito all’impresa o al consorzio di imprese che effettua i lavori; a sua volta il credito viene trasferito ad una società apposita. Questo comporta che la spesa effettiva per la riqualificazione per i privati cittadini è pari circa al 25 / 30 % del totale, riconoscendo maggiori opportunità per privati cittadini, condomini e imprese potenzialmente interessate.

Al convegno hanno partecipato qualificati relatori di Eni Gas e Luce, Harley&Dikkinson e del consorzio Coriqù costituito da microimprese.

Vista l’importanza della rigenerazione urbana per un territorio come quello di Valtellina e Valchiavenna, all’evento hanno partecipato diversi professionisti grazie anche al supporto e alla collaborazione di tutti gli Ordini e i Collegi professionali: Ingegneri, Architetti, Periti Industriali e Geometri. In sala erano presenti inoltre diversi professionisti che operano nel campo dell’intermediazione immobiliare e dell’amministrazione di condomini.

Per tale iniziativa ed in considerazione dell’interesse collettivo perseguito è stato concesso il patrocinio della Provincia di Sondrio e dei Comuni di Sondrio, Morbegno, Tirano, Chiavenna e Bormio. Confartigianato Imprese Sondrio da anni è impegnata a più livelli e con diverse azioni per promuovere e far conoscere le opportunità legate al recupero del patrimonio immobiliare esistente.

Un impegno legato alla tutela di valori fondamentali: ambiente, sicurezza e naturalmente lavoro per le nostre imprese. Diverse ricerche e analisi hanno infatti messo in luce che l’età media del patrimonio edilizio lombardo deve spingere a rendere il tema della “rigenerazione urbana” una vera e propria priorità. Più di 3 edifici su 5 sono stati edificati prima del 1981.

Per tutti i professionisti e per le imprese interessate a ricevere informazioni sui contenuti del convegno è possibile rivolgersi alla sede di Sondrio di Confartigianato Imprese Sondrio, presso la quale, a breve, sarà aperto uno sportello ad hoc per amministratori di immobili e condomini.

Potrebbe interessarti

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Che partenza la stagione dei funghi in Valtellina

  • Sondrio, quanto affetto per Nicola Giugni

  • Temporali forti sulla provincia di Sondrio: c'è l'allerta

I più letti della settimana

  • Sondrio in lutto, è morto l'avvocato Nicola Giugni

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Valfurva senza pace: dal Ruinon un enorme masso sulla strada, viabilità interrotta

  • Che partenza la stagione dei funghi in Valtellina

  • Sabato 17 agosto l'ultimo saluto a Nicola Giugni

  • La frana del Ruinon ha raggiunto livelli di spostamento record? Per gli operatori va fatto brillare il versante

Torna su
SondrioToday è in caricamento