Slitta il termine per diventare Spa, per la Banca Popolare di Sondrio un anno in più

Con l'approvazione del "Decreto crescita" da parte del Consiglio dei Ministri la banca sondriese avrà tempo fino a fine 2020. Si attende ancora il responso della Corte di Giustizia Europea sulla legittimità della Riforma voluta dal Governo Renzi

I vertici della Popso: il presidente Venosta con il Consigliere delegato Pedranzini

Con il "Decreto crescita", approvato dal Consiglio dei Ministri neli giorni scorsi, il Governo ha rinviato a fine 2020 il termine per la conversione in Società Per Azioni delle banche popolari con oltre 8 miliardi di attivi. Come si legge in una nota del ministero dell’Economia, le uniche popolari che devono ancora trasformarsi in SPA sono la Banca Popolare di Sondrio e la Banca Popolare di Bari.

Un rinvio certamente accolto positivamene dalla dirigenza della Banca Popolare di Sondrio, ancora in attesa che la Corte di Giustizia Europea, interpellata dal Consiglio di Stato, si pronunci sulla legittimità della controversa riforma voluta dal governo Renzi.

Potrebbe interessarti

  • Insalata di pizzoccheri, indignazione social al supermercato di Milano

  • Lutto in Valtellina, è morto Emilio Triaca

  • Svizzera, in pensione l'uomo che decideva quando riaprire il Passo del Bernina dopo le chiusure

  • Opere per le Olimpiadi 2026, la paura di Legambiente per il Parco dello Stelvio

I più letti della settimana

  • Insalata di pizzoccheri, indignazione social al supermercato di Milano

  • L'Adda restituisce il corpo del 19enne gettatosi dal ponte

  • Lutto in Valtellina, è morto Emilio Triaca

  • Cade con la bici mentre fa downhill a Livigno, gravissimo bambino di 10 anni

  • Lo spettacolo della Re Stelvio Mapei, tutte le classifiche

  • Dopo 32 anni la Valtellina non dimentica l'alluvione del 1987

Torna su
SondrioToday è in caricamento