"Il commercio che fa comunità in montagna" - Convegno organizzato dall’Unione del Commercio e del Turismo

I protagonisti del piccolo commercio al dettaglio sono le persone che lo vivono: i negozianti e i loro clienti. Ovunque. Ancor più in montagna, dove il negozio sotto casa è, oltre che attività imprenditoriale, sinonimo di legame con la comunità locale e di parte attiva dell’accoglienza.

I protagonisti del piccolo commercio al dettaglio sono le persone che lo vivono: i negozianti e i loro clienti. Ovunque. Ancor più in montagna, dove il negozio sotto casa è, oltre che attività imprenditoriale, sinonimo di legame con la comunità locale e di parte attiva dell’accoglienza. È dedicato al tema ‘Il commercio che fa comunità in montagna’ il convegno organizzato dall’Unione del Commercio e del Turismo in collaborazione con Valtellina Turismo, in programma martedì 14 maggio a Sondrio, a partire dalle 14.15, nella sala Martinelli della Camera di Commercio, in via Piazzi 23.

L’incontro, aperto a tutta la comunità e rivolto in particolare agli operatori del settore, si colloca all’interno del progetto di promozione del turismo enogastronomico ‘Dalle ricette ai Save the date enogastronomici: uno storytelling moderno alla scoperta del #sapore tipico della montagna lombarda’, a valere sul bando Wonderfood and Wine di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia.

L’obiettivo del convegno è approfondire il ruolo del commercio nei territori montani e nei piccoli comuni, focalizzando l’attenzione sulle principali dinamiche, economiche e sociali, peculiari di tale realtà. In questo contesto il commercio assume un valore umano e sociale insostituibile, quale linfa vitale della comunità, elemento di autenticità e personalità, e, quindi, aspetto caratterizzante dell’identità stessa dei nuclei abitati, dai più piccoli ai più sviluppati. Tutti aspetti che verranno sviscerati dai relatori – rappresentanti istituzionali ed esperti - del convegno. In apertura, l’intervento di Loretta Credaro che presenterà il convegno come presidente dell’Unione del Commercio e del Turismo.

L’assessore regionale agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni Massimo Sertori illustrerà ‘Uno sviluppo sostenibile per la montagna’, mentre l’economista ed esperto in materia di sviluppo locale e pianificazione Giampiero Lupatelli (è tra gli autori del Rapporto Montagne Italia) affronterà il tema ‘La montagna italiana: quadro economico e analisi’. ‘I piccoli comuni, un patrimonio per il territorio’ sarà l’argomento che verrà approfondito da Tiziano Maffezzini, presidente della delegazione lombarda dell’Unione Nazionale dei Comuni, Comunità ed Enti Montani. Giuliano Pelizzari, consulente di marketing e formatore nel settore retail, offrirà agli operatori una serie di consigli e di spunti da mettere in pratica nella loro attività quotidiana, intervenendo su ‘Il valore autentico del commercio: come mettere in valore la propria attività’. Per entrare ulteriormente nel vivo della nostra realtà, le testimonianze di Igor Micheroli, presidente dell’Associazione Mandamentale di Chiavenna e pubblico esercente, e di Davide Moltoni, presidente dell’Associazione Dettaglianti Alimentazione e commerciante recentemente divenuto anche operatore della ricettività. 

Micheroli e Moltoni esamineranno ‘Il contesto valtellinese: l’importanza della valorizzazione delle tipicità locali e del turismo’. Anche in Valtellina il commercio di prossimità rappresenta dunque una risorsa imprescindibile e un veicolo essenziale per valorizzare appieno le eccellenze locali, in primis quelle enogastronomiche. In tal senso, è a tutti gli effetti parte integrante del sistema dell’accoglienza turistica.

Un ruolo che richiede oggi una particolare attenzione da parte sia degli attori istituzionali ed economici ai vari livelli sia di tutta la comunità locale. Ed è proprio questo il messaggio che il convegno intende veicolare: da un lato, è importante che questo patrimonio venga riconosciuto e sostenuto creando i presupposti, attraverso un sistema di programmazione e di interventi, perché esso continui a vivere nei nostri paesi e nelle nostre città; dall’altro, è necessario far sì che il cittadino maturi la consapevolezza di quanto siano determinanti le sue scelte di spesa nel mantenere vive queste realtà. E i commercianti? Il loro futuro è essere protagonisti di un commercio altamente specializzato e di elevata qualità, attento e sensibile alle esigenze dei clienti, e orientato a proporre più servizi sia ai residenti sia ai visitatori. Il turismo enogastronomico, in particolare, è a caccia di esperienze e luoghi autentici, e lo shopping locale rappresenta una leva attrattiva e d’immagine per l’intera Valle, determinante com’è nella scelta della destinazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piateda, trovato un cadavere nell'Adda: potrebbe essere quello di Nicola Scieghi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi di Albosaggia

  • Domani i funerali di Nicola Scieghi

  • Valanga travolge tre sciatori alpinisti vicino al Passo Salmurano, uno estratto vivo dalla neve

  • Titolare trovato con cocaina e contanti, messi i sigilli a un bar del centro di Colico

  • Sondrio rivoluziona il suo Piano del Traffico: cambio di senso di marcia per 12 vie cittadine

Torna su
SondrioToday è in caricamento