Verceia, scuola dell’infanzia: dopo il dissequestro programmati i lavori di messa in sicurezza

Oregioni: "Abbiamo definito anche un programma di massima dei lavori che dovrebbero concludersi entro la fine di gennaio"

Dopo il dissequestro disposto dal Pubblico Ministero con cui il Comune di Verceia è tornato nella piena disponibilità dell’immobile che ospita la Scuola dell’Infanzia, l’Amministrazione Comunale ha eseguito nella mattinata di ieri, giovedì 27 dicembre, un sopralluogo per definire gli interventi necessari.

Alla presenza dell’Ufficio Tecnico Comunale, del Sindaco e del tecnico, sono state valutate le condizioni dell’aula interessata dallo sfondellamento e di tutti gli altri spazi del primo piano interessato dal provvedimento. In particolare, è stata fatta una verifica circa potenziali ulteriori fenomeni di distacco, non emergendo però notevoli criticità. L’intervento di messa in sicurezza, in corso di definizione in queste ore, interesserà l’aula oggetto del cedimento e tutti i restanti spazi che si trovano al di sotto del terrazzo, ossia quelle aree maggiormente soggette allo sbalzo termico che potrebbe essere una causa dell’accaduto. I lavori di manutenzione, che avranno un costo di alcune decine di migliaia di euro, partiranno già nei prossimi giorni e dovrebbero concludersi entro la fine del mese di gennaio. Fino a quella data i bambini dell’Infanzia proseguiranno le proprie lezioni nella vicina Scuola Primaria.

Dichiara il Sindaco Flavio Oregioni: “Il sopralluogo ci ha permesso di definire l’intervento. L’attenzione è stata ovviamente posta sull’aula oggetto della caduta, ma, per evidenti ragioni di tutela della sicurezza, abbiamo deciso di estenderla anche agli altri spazi. È stato quindi deciso che l’intervento interesserà anche le due aule adiacenti, quelle cioè che hanno al piano superiore il terrazzo e che dunque soffrono maggiormente lo sbalzo termico, fattore che spesso contribuisce a determinare lo “sfondellamento”. Abbiamo definito anche un programma di massima dei lavori che dovrebbero concludersi entro la fine di gennaio. È in corso di valutazione, invece, la possibilità che la cucina, posta sul lato opposto dell’immobile, possa già tornare a disposizione della Cooperativa incaricata del confezionamento dei pasti per la mensa, dato che gode di un accesso autonomo e si trova in una parte non interessata da potenziali criticità.”

Potrebbe interessarti

  • Il Passo Gavia è riaperto ma sembra un fiume

  • C'è un temporale in arrivo

  • «È solo un arrivederci», dalla demolizione dell'oratorio spunta il saluto che commuove

  • Quanto successo a Sondrio per lo Street Food Truck Festival

I più letti della settimana

  • Valle Spluga, il maltempo blocca Statale 36

  • Tirano, travolto e ucciso nella notte

  • Grosio, caduta fatale da una scala: Ivano Negri non ce l'ha fatta

  • Camion investe 87enne all'alba, tragedia a Tirano

  • Maltempo: incredibile salvataggio ai piedi dello Spluga in Svizzera

  • Valfurva, donna muore sul San Matteo

Torna su
SondrioToday è in caricamento