Livigno, provoca una valanga e scappa: snowboarder nei guai

Fortunatamente nessuno è rimasto sotto la neve

Fortunatamente nessuno è rimasto coinvolto  nella  valanga che si è staccata nel primo pomeriggio di ieri , lunedì 27 marzo, a Livigno, nella zona del Carosello 3000.  Un maestro di sci, poco dopo le 14, impegnato sulle piste  ha visto uno snowboarder tagliare il grosso accumulo di neve con un fronte di 50 metri, ed è scattata l’emergenza con la preoccupazione che qualcuno fosse rimasto travolto dalla slavina.

Immediatamente sono intervenuti i militari  del Soccorso alpino della Guardia di Finanza della Stazione di Bormio, gli uomini del Soccorso alpino civile di Livigno e le unità cinofile oltre all’elicottero del 118 e dei Vigili del fuoco. Il personale specializzato nel soccorso in montagna ha eseguito una serie di accertamenti che hanno permesso di escludere la presenza di persone sotto la neve e hanno quindi proceduto alla bonifica della zona. Nessuna traccia dello snowboarder che ha provocato il distacco.

Potrebbe interessarti

  • Insalata di pizzoccheri, indignazione social al supermercato di Milano

  • Lutto in Valtellina, è morto Emilio Triaca

  • A "Sondrio è estate" è la serata della Musica

  • Opere per le Olimpiadi 2026, la paura di Legambiente per il Parco dello Stelvio

I più letti della settimana

  • Insalata di pizzoccheri, indignazione social al supermercato di Milano

  • L'Adda restituisce il corpo del 19enne gettatosi dal ponte

  • Lutto in Valtellina, è morto Emilio Triaca

  • Cade con la bici mentre fa downhill a Livigno, gravissimo bambino di 10 anni

  • Lo spettacolo della Re Stelvio Mapei, tutte le classifiche

  • Valfurva, malore nella notte a 3100 metri: intervengono i soccorsi

Torna su
SondrioToday è in caricamento