Chiavenna: minacce al sindaco Della Bitta per un autovelox, la solidarietà di Anci e Uncem

Anche l'assessore regionale Massimo Sertori è intervenuto: «Piena solidarietà a chi ogni giorno ci mette la faccia per amministrare nel migliore dei modi la propria comunità»

I toni accesi che caratterizzano il dibattito pubblico a Chiavenna in queste ore, a causa degli spari contro un autovelox, con le conseguenti minacce giunte al sindaco Luca Della Bitta, reo di voler semplicemente fare cassa per il proprio Comune, non sono passati inosservati.

La posizione dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci)

È intervenuto il sindaco di Bari, presidente dell'Anci, Associazione Nazionale Comuni Italiani, ad esprimere per primo la sua vicinanza nei confronti di Della Bitta.

«Quella per la legalità e per il rispetto delle regole del vivere civile è una battaglia rispetto alla quale noi sindaci non recederemo mai. Nonostante le lamentele di chi vorrebbe farsi i comodi propri nelle nostre città. Nonostante gli atti vandalici. Nonostante perfino le minacce di chi è pronto ad augurare la morte a un sindaco per un autovelox, strumento usato raramente e solo se indispensabile a tutelare la sicurezza degli utenti più deboli: bambini, anziani, pedoni e ciclisti in generale. A Luca Della Bitta, il sindaco di Chiavenna colpito dalla forma di minaccia più diffusa, quella rivolta via social network, vanno tutta la solidarietà e tutto il sostegno miei e dell’intera comunità dei sindaci italiani».

Uncem

«Uncem e tutti i Sindaci della Montagna italiana esprimono vicinanza a Luca Della Bitta, Sindaco di Chiavenna che nelle scorse ore è stato minacciato e diffamato. Una vicenda gravissima che nasce dall’installazione, da parte dell’Amministrazione comunale, di un autovelox all’ingresso della cittadina, per garantire legalità e rispetto del codice della strada. Impianto distrutto a colpi d’arma da fuoco, con successive aggressioni sui social rivolte al primo cittadino. È ancor più grave che le minacce siano seguite a un’azione di questo tipo, volta a tutelare l’intera cittadinanza. Uncem condanna le minacce al Sindaco Della Bitta ed è al suo fianco nelle azioni che l’Amministrazione comunale e lui stesso hanno intrapreso per individuare gli autori dei gravi gesti. I Sindaci ancora una volta sono fulcro di comunità e legalità, non si lasciano intimorire e come Luca hanno fiducia nella giustizia per individuare e punire chi crede di poter intimorire quanti hanno responsabilità pubbliche» hanno espresso quelli dell'Unione dei comuni montani.

Le parole di Massimo Sertori

Anche l'assessore regionale Massimo Sertori non ha mancato di esprime parole di sostegno nei confornti del primo cittadino chiavennasco, attraverso i suoi canali social.

«"Ci vorrebbe una bella schioppettata anche per il sindaco". Queste le minacce ricevute dall'amico Luca Della Bitta, sindaco di Chiavenna. Piena solidarietà a chi ogni giorno ci mette la faccia per amministrare nel migliore dei modi la propria comunità!».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo spettacolo della neve in Valtellina

  • Livigno, troppa neve sul Passo del Foscagno: chiuso per 4 ore per motivi di sicurezza

  • Compra banconote sbiancate credendo siano vere, truffato ristoratore di Bianzone

  • La neve continua a scendere a Livigno, Passo della Forcola chiuso definitivamente per l'inverno

  • Camion con cronotachigrafo manomesso: denunciati tre valtellinesi

  • In Valtellina i carabinieri antiterrorismo

Torna su
SondrioToday è in caricamento