Turisti pugliesi bloccati a Santa Caterina dal Ruinon, la Provincia paga il viaggio di ritorno

Il mezzo su cui viaggiavano 54 brindisini non passerebbe dal Gavia. Stanziati 4mila euro per il viaggio su mezzi più agili

Mezzi agili per affrontare i tornanti del Gavia della Società Automobilistica Perego di Tirano

Un gruppo di 54 turisti pugliesi era arrivato a Santa Caterina Valfurva lungo la settimana di Ferragosto, quando la Provinciale 29 del Gavia era ancora transitabile durante le ore diurne ma ora, con la minaccia costante della frana del Ruinon e la conseguente chiusura della strada, il pullman da 3,5 tonnellate su cui viaggiava non può più ripartire. Troppo stretta e tortuosa la strada alternativa che porta al Passo del Gavia per un mezzo così grande.

È per questo che, dopo qualche giorno di attesa, la Provincia di Sondrio è stata obbligata a stanziare, nella giornata di martedì 27 agosto 2019 con la determinazione numero 782, l'importo di 4.000 euro per pagare il trasporto dei turisti diretti a Brindisi, rivolgendosi con urgenza alla Società Automobilistica Perego di Tirano.

Ora, con dei mezzi più piccoli ed agili, la società di trasporto porterà i turisti pugliesi a Ponte di Legno, attraverso il Passo del Gavia, per poi "imbarcarli" su un mezzo granturismo che li conduca fino in Puglia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Solleva il cervo appena abbattuto ma si sbilancia cadendo nel dirupo: cacciatore perde la vita

  • Non si ferma al posto di blocco con la moto e scappa: arrestato agricoltore sondriese

  • Incidente stradale a Poggiridenti, grave un uomo

  • Nasce il loro secondo figlio e scelgono di restare a Santa Caterina Valfurva: «Radici per ritrovare equilibrio»

  • Rompe vetrina per recuperare la refurtiva nascosta il giorno prima: Carabinieri denunciano chiavennasco

  • Abusi sessuali su chierichetti, rinvio a giudizio per il don di Chiavenna

Torna su
SondrioToday è in caricamento