Trasporto ferroviario, siamo alle solite: anche oggi gravi disagi

Ritardi e soppressioni di corse, con ricorso al servizio sostitutivo autobus, caratterizzano la giornata, sia sulla linea Tirano – Milano che sulla Colico – Chiavenna

Riceviamo e riportiamo integralmente il comunicato a firma di Michele Fedele, Referente del settore trasporti della CISL di Sondrio, relativo ai disagi che oggi, lunedì 21 maggio, si sono verificati sulla linea Tirano-Milano e sulla linea Colico-Chiavenna.

Anche oggi si registrano innumerevoli disagi per i viaggiatori sulle nostre linee ferroviarie:

Ritardi e soppressioni di corse, con ricorso al servizio sostitutivo autobus, caratterizzano la giornata, sia sulla linea Tirano – Milano che sulla Colico – Chiavenna.

Al momento, non abbiamo notizie circa le cause che hanno determinato questa ennesima “giornata nera” del nostro trasporto ferroviario, ma  è facile ritenere che i problemi siano i soliti e, cioè, quelli riferibili ai guasti, sia sulla linea che sul materiale rotabile, oppure alla carenza di personale.

Ma anche individuare l'esatta causa dei disservizi odierni non ci è di grande conforto, in quanto il continuo ripetersi delle mancanze da parte dei gestori del servizio ferroviario sembra  non avere termine ed assomiglia ad una sorta di malattia cronica.

Un giorno c'è un guasto al materiale rotabile, un altro c'è il passaggio a livello non funzionante, un altro giorno il personale è insufficiente e così via…… quel che è certo, purtroppo, è che molti cittadini Valtellinesi e Valchiavennaschi, che non hanno alternative alla mobilità ferroviaria, sono costretti a subire!

Anche in considerazione che il problema non è solo valtellinese o valchiavennasco ma riguarda tutta la rete ferroviaria lombarda, riteniamo necessario che i soci delle aziende che gestiscono i servizi ferroviari (Trenord e RFI), e cioè Regione Lombardia e Ferrovie dello Stato, si rendano conto che il servizio, così come è adesso, stride fortemente con i livelli di eccellenza della Lombardia.

Allora è arrivato il momento non solo di programmare investimenti, ma anche, di accertare le carenze di governance e di management e le conseguenti responsabilità, per poter invertire la rotta e cercare di arrivare a livelli di efficienza in linea con quei livelli di eccellenza a cui una regione come la Lombardia deve aspirare.   

                                                               

                                                             CISL Sondrio

                                                Il Referente Settore Trasporti

                                                            Michele Fedele  

                                                              

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Sondrio usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Solleva il cervo appena abbattuto ma si sbilancia cadendo nel dirupo: cacciatore perde la vita

  • Non si ferma al posto di blocco con la moto e scappa: arrestato agricoltore sondriese

  • Incidente stradale a Poggiridenti, grave un uomo

  • Nasce il loro secondo figlio e scelgono di restare a Santa Caterina Valfurva: «Radici per ritrovare equilibrio»

  • Rompe vetrina per recuperare la refurtiva nascosta il giorno prima: Carabinieri denunciano chiavennasco

  • Abusi sessuali su chierichetti, rinvio a giudizio per il don di Chiavenna

Torna su
SondrioToday è in caricamento