Furti a Sondrio, la testimonianza: «Ho sentito i ladri scappare da casa mia»

Un sondriese derubato stava rincasando a tarda sera quando ha sentito i malviventi fuggire, trovando l'abitazione sottosopra. Forse ha visto anche il “palo” che controllava la strada

Essere derubati, all’interno della propria casa, è una sensazione davvero brutta. Ne sa qualcosa il sondriese M.B., vittima, come tanti altri concittadini, di un furto in abitazione mentre era assente nel suo appartamento di via Fiume, lungo la serata di martedì 19 marzo 2019.

«Essere derubati nella propria abitazione è una sensazione che non consiglio a nessuno, ci si sente violati della propria intimità» ha commentato sconsolato il derubato.

«Sono tornato a casa attorno alle 23,30 insieme alla mia fidanzata. Mi sono subito allarmato, arrivando sul pianerottolo del mio appartamento, al secondo piano, notando il chiavistello della porta d’ingresso chiuso dall’interno. Una volta entrato ho capito subito cosa era successo visto che c’era una finestra sfondata e l’appartamento era sottosopra» ha spiegato il derubato.

Un’esperienza fastidiosa sia perché i ladri sono scappati con un bottino di qualche centinaio di euro, raccolti con pazienza dentro un salvadanaio negli ultimi anni dal derubato, sia perché i malviventi se ne sono andati a gambe levate proprio mentre i proprietari stavano rincasando, tanto che la coppia li ha anche sentiti rumorosamente uscire dallo stabile. 

A tal proposito, il proprietario ha raccontato agli inquirenti che stanno indagando un altro particolare: «A ripensarci, sotto casa, sia io che la mia compagna, abbiamo notato una signora mai vista prima, la quale aveva catturato la nostra attenzione perché stava armeggiando con un certo vigore con un cellulare».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall’abitazione, al di là dell’enorme confusione lasciata dai malviventi nel cercare refurtiva, non è stato portato via null’altro, nè oggetti preziosi, né oggetti tecnologici. Le indagini, condotte dalla Polizia, sono tuttora in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal 3 giugno non un "liberi tutti", i divieti che restano in vigore

  • Coronavirus, Fontana si sbilancia: «Dal 3 giugno i lombardi saranno liberi di circolare in Italia»

  • Coronavirus, in Valtellina e Valchiavenna 6 nuovi casi di contagio nelle ultime 48 ore

  • Droga già in dosi e contanti nascosti nel bagagliaio, arrestati tre giovani del Sondriese

  • Coronavirus, ancora casi nelle case di riposo della provincia

  • Sondrio, giovane denunciato per aver falsificato i controlli antidroga con un particolare kit

Torna su
SondrioToday è in caricamento