Spaccava i finestrini delle auto per rubare: arrestato

Nei guai G.M., 31enne sondriese

La scorsa estate la Stazione Carabinieri di Morbegno, ha ricevuto numerose denunce di furto e danneggiamento di autovetture. Le vittime, infatti segnalavano che, dopo aver lasciato la propria auto parcheggiata in zona Isola, tra Morbegno e Talamona, e in alcuni parcheggi di Delebio e Traona, al rientro ritrovavano il finestrino in frantumi e il mezzo derubato degli averi lasciati. 


Lo studio del fenomeno ha permesso di individuare le aree interessate e ha consentito ai Carabinieri di avviare un'attività investigativa. 
Le telecamere e lo studio dei dati emersi ha permesso di identificare G.M., 31enne sondriese, già conosciuto alle Forze dell'ordine, come autore dei furti.


L'uomo, così come si vedeva dalle immagini della video sorveglianza, ispezionava le auto parcheggiate e, trovandole solitamente chiuse, spaccava il finestrino e sgraffignava tutti gli oggetti di valore che trovava per poi allontanarsi dalla zona per non destare sospetti. 
I Carabinieri hanno attribuito a G.M. più di 20 furti, senza contare quelli effettuati a Delebio e Traona, per un guadagno approssimativo di qualche migliaio di euro di merce trafugata.
Qualche giorno fa il  Giudice ha condiviso la richiesta avanzata dal P.M.  e ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Potrebbe interessarti

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Che partenza la stagione dei funghi in Valtellina

  • Dove sono i controlli della velocità con gli autovelox fino al 18 agosto

  • Sondrio, quanto affetto per Nicola Giugni

I più letti della settimana

  • Sondrio in lutto, è morto l'avvocato Nicola Giugni

  • Vipere: come riconoscerle e cosa fare in caso di morso

  • Altro che amichevole estiva, tra Sondrio Calcio e Seregno finisce in rissa

  • Che partenza la stagione dei funghi in Valtellina

  • Sabato 17 agosto l'ultimo saluto a Nicola Giugni

  • Una coppia è stata aggredita e minacciata con una pistola giocattolo nel centro di Sondrio

Torna su
SondrioToday è in caricamento