Salgono a oltre 13 i milioni stanziati da Regione Lombardia per Asst ValtLario nel 2017

L’ultimo finanziamento, di un milione di euro, è destinato al rinnovo delle apparecchiature

Oltre un milione di euro, per la precisione un milione e 51mila, vanno ad aggiungersi ai 12 milioni già stanziati da Regione Lombardia a beneficio di interventi di edilizia sanitaria, del rinnovo del parco tecnologico e dell’implementazione delle cure territoriali di Asst ValtLario. Lo stanziamento ultimo è di alcuni giorni fa, dal momento che la Giunta Regionale ha deliberato una ulteriore assegnazione complessiva di oltre 26 milioni di euro per le strutture del sistema socio sanitario lombardo, da investire, primariamente, nel rinnovo e nell’ampliamento delle dotazioni tecnologiche. Risorse che fanno lievitare il complessivo di quanto stanziato nel 2017 da Regione Lombardia per i propri servizi sanitari e socio sanitari a quota 326 milioni di euro.

"Accogliamo con grande favore questa nuova iniezione di risorse – dichiara Carlo Maria Iacomino, direttore amministrativo di Asst ValtLario – indispensabile a garantire l’ammodernamento ulteriore del nostro parco tecnologico, a beneficio della diagnosi e della cura delle persone che afferiscono ai servizi ospedalieri e territoriali. E ricordo che sono molti, perché Asst ValtLario registra un buon grado di attaccamento della popolazione alle proprie strutture e ai propri servizi".

Asst ValtLario proseguirà, quindi, con il rinnovamento del proprio parco attrezzature da destinare ai reparti e ai servizi aziendali. Ricordiamo, peraltro, che grazie alla prima tranche di stanziamenti del maggio scorso, per un complessivo di oltre 8 milioni di euro, Asst ValtLario ha già destinato 420mila euro all’acquisto di ventisei tipi di attrezzature e apparecchiature a beneficio di molteplici reparti e servizi aziendali.

Sul totale, poi, di 12 milioni di euro già stanziati da Regione Lombardia per Asst ValtLario in parte in maggio e in parte nell’ottobre scorso, 7 milioni sono appannaggio della messa a norma antincendio dell’ospedale Morelli di Sondalo, 700mila euro alla messa in sicurezza del padiglione Nord di Sondrio, un milione e 564mila euro all’acquisto della Ct Pet, strumento di alta diagnostica di cui oggi Asst ValtLario non dispone e che questa direzione strategica ha fortemente voluto, 810mila euro per l’acquisto di tre Tac a 16 strati, 430mila per la realizzazione del Presidio socio sanitario territoriale di Menaggio, e un milione e 390mila euro per interventi di implementazione della rete informatica aziendale e per l’introduzione, fra gli altri, di nuovi applicativi informatici nella gestione dei Laboratori Analisi, del sistema di refertazione delle immagini in diagnostica, del sistema di gestione delle cartelle cliniche informatizzate e dell’introduzione della rete wi fi aziendale.

Potrebbe interessarti

  • Il Passo Gavia è riaperto ma sembra un fiume

  • Suor Dorina, da Sondrio a Superiora generale di 1600 consorelle

  • «È solo un arrivederci», dalla demolizione dell'oratorio spunta il saluto che commuove

  • L'annuncio di Trenord: «Più treni tra Tirano e Milano»

I più letti della settimana

  • Grosio, caduta fatale da una scala: Ivano Negri non ce l'ha fatta

  • Valfurva, donna muore sul San Matteo

  • Il Passo Gavia è riaperto ma sembra un fiume

  • Domani riapre il Passo del Gavia

  • Furti in appartamento, ancora un colpo a Sondrio

  • Suor Dorina, da Sondrio a Superiora generale di 1600 consorelle

Torna su
SondrioToday è in caricamento