Scivola e si infortuna tra la nebbia del Monte Legnone, recuperato con l'elicottero

L'escursionista milanese si è fratturato un piede

Domenica 29 settembre i tecnici della stazione di Morbegno, VII Delegazione Valtellina Valchiavenna del Soccorso alpino, erano impegnati nella zona di Pescegallo in una delle tante esercitazioni periodiche a cui partecipano per garantire una efficienza costante quando sono stati allertati per un intervento sul Monte Legnone. Insieme a loro sono intervenuti anche i militari del Sagf - Guardia di finanza.

Un escursionista milanese, che era in compagnia di altre persone, è scivolato e si è fatto male fratturandosi un piede. Si trovava a 2400 metri di quota e in zona la nebbia a tratti impediva l’accesso dell’elicottero. Non appena è stato possibile, il mezzo è arrivato sul posto, è avvenuto il recupero e l’uomo è stato portato presso l'ospedale di Sondrio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • C'è il primo caso di coronavirus in provincia di Sondrio: positivo al tampone un 17enne della Valdidentro

  • Coronavirus, altri due ragazzi di 17 anni contagiati in provincia di Sondrio

  • Coronavirus, parlano i genitori del 17enne di Valdidentro contagiato: «Appresa la positività dai media. Sconcertati per questo modus operandi»

  • Coronavirus in Valchiavenna, Della Bitta: «Raccomando calma e responsabilità»

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: ora sono 27. Morta una donna

  • Due casi di coronavirus nei Grigioni, sono due bambini italiani in vacanza in Engadina

Torna su
SondrioToday è in caricamento