Bassa Valle, torna la rassegna mandamentale dei costumi: la Comunità Montana celebra le tradizioni

Zecca: "Un evento in grado di valorizzare la nostra identità culturale e di attirare l’interesse del pubblico"

Inno alle tradizioni, manifesto dell’identità culturale, festa conviviale: la Rassegna mandamentale dei costumi tradizionali, riassume in sé questi tre caratteri, senza che uno prevalga sull’altro. Sarà così anche per la prossima edizione, la decima, che, dopo la parentesi morbegnese del 2017 per il ventennale del Polo fieristico provinciale, torna ad essere itinerante: l’appuntamento è per domenica 27 maggio a Piantedo. In poco meno di dieci giorni, la Comunità Montana di Morbegno, con il supporto organizzativo del Consorzio turistico Valtellina di Morbegno e dei comuni ospitanti, cala i due assi della sua programmazione annuale: Vininfesta a Traona il 19 maggio, quindi la Rassegna dei costumi. Entrambi attesi e, lo dicono i numeri delle passate edizioni, al pari partecipati, i due eventi hanno il merito di convogliare l’attenzione del pubblico e dei media dando risalto alle tradizioni locali, l’una agricola, l’altra culturale.

Torna Vininfesta: degustazioni e concorso per valorizzare i vini della Costiera dei Cech

«Come Comunità Montana teniamo molto a queste due manifestazioni che rappresentano il nostro territorio - spiega il presidente Christian Borromini -. La Rassegna dei costumi, in particolare, valorizza l’impegno dei tanti gruppi folcloristici attivi in Bassa Valtellina che hanno l’opportunità di esibirsi di fronte al pubblico. È inoltre un momento importante per il paese ospitante, quest’anno Piantedo, che accoglie i componenti dei gruppi, i loro sostenitori e tutte le persone interessate a seguire la manifestazione. Mi auguro quindi che anche quest’anno la Rassegna dei costumi sia seguita e applaudita».

I toni della Rassegna mandamentale dei costumi, e non poteva essere altrimenti, sono quelli della festa in cui l’intrattenimento si unisce alla degustazione dei prodotti tipici. Il programma prevede in mattinata la sfilata per le vie del centro fino al santuario della Madonna di Valpozzo per la S. Messa. A partire dalle 12 la tensostruttura ospiterà il pranzo e le esibizioni dei gruppi folcloristici.

«Per noi è un appuntamento importante - sottolinea il consigliere delegato Luca Zecca -, il risultato di un impegno organizzativo che inizia con mesi d’anticipo. Si parte dal confronto con i gruppi folcloristici e con i rappresentanti dei comuni e si prosegue con la definizione della logistica in collaborazione con il paese ospitante e il coordinamento del Consorzio turistico. Anche quest’anno abbiamo trovato piena condivisione attorno all’obiettivo di promuovere un evento in grado di valorizzare la nostra identità culturale e di attirare l’interesse del pubblico».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Solleva il cervo appena abbattuto ma si sbilancia cadendo nel dirupo: cacciatore perde la vita

  • Non si ferma al posto di blocco con la moto e scappa: arrestato agricoltore sondriese

  • Incidente stradale a Poggiridenti, grave un uomo

  • Nasce il loro secondo figlio e scelgono di restare a Santa Caterina Valfurva: «Radici per ritrovare equilibrio»

  • Rompe vetrina per recuperare la refurtiva nascosta il giorno prima: Carabinieri denunciano chiavennasco

  • Ciao Estate, ci vediamo l'anno prossimo

Torna su
SondrioToday è in caricamento