Massi caduti e versante instabile, il Passo dello Stelvio rimane chiuso

La SS 38 resterà interdetta al transito in entrambe le direzioni fino al ripristino nelle condizioni di sicurezza per la viabilità

Una veduta da lontano del masso caduto sulla SS 38

La strada statale 38, nella sua parte che da Bormio conduce al Passo dello Stelvio rimane interdetta al traffico. Una chiusura improvvisa dovuta ad una caduta massi, avvenuta nel pomeriggio di sabato 31 agosto 2019, capace di raggiungere la carreggiata stradale all’altezza della quinta casa Cantoniera. Fortunatamente il franamento è stato limitato dalle reti e dai valli di protezione della sede stradale, installati alla base della pendice rocciosa. 

La nuova frana

Nella mattina di domenica 1 settembre 2019 un geologo di Anas e i tecnici specializzati hanno effettuato il sopralluogo sul versante, da cui nella notte si sono verificati ulteriori franamenti. Le ispezioni in parete sono state condotte con l’ausilio di un drone e di un elicottero della Regione. Sono state individuate alcune masse ancora instabili che dovranno essere rimosse poiché costituiscono un potenziale pericolo per la circolazione lungo la strada sottostante.

Il movimento franoso delle ultime ore è stato stimato, nel suo complesso, in circa mille metri cubi di volume. 

Fino al ripristino nelle condizioni di sicurezza per la viabilità, tramite la bonifica della pendice rocciosa dalle masse instabili e lo svuotamento dei valli di contenimento, la statale resterà interdetta al transito in entrambe le direzioni.

Durante la chiusura la circolazione in entrambe le direzioni è indirizzata sulla rete svizzera e sul lato altoatesino del Passo dello Stelvio.

Tragedia sfiorata

La caduta sul manto stradale del grosso masso avvenuta sabato 31 agosto avrebbe potuto creare molti più danni visto che in quel momento si stava svolgendo, proprio sui mitici tornanti del Donegani del Passo dello Stelvio, l’evento clou della stagione estiva «Enjoy The Stelvio Park», la 19esima edizione della «Scalata Cima Coppi».

Un evento molto importante su tutti i tre versanti del Passo dello Stelvio, a cui erano inscritti ben 10 mila ciclisti il quali, per fortuna, hanno dovuto soltanto schivare il grosso masso sull'asfalto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Solleva il cervo appena abbattuto ma si sbilancia cadendo nel dirupo: cacciatore perde la vita

  • Non si ferma al posto di blocco con la moto e scappa: arrestato agricoltore sondriese

  • Incidente stradale a Poggiridenti, grave un uomo

  • Nasce il loro secondo figlio e scelgono di restare a Santa Caterina Valfurva: «Radici per ritrovare equilibrio»

  • Rompe vetrina per recuperare la refurtiva nascosta il giorno prima: Carabinieri denunciano chiavennasco

  • Abusi sessuali su chierichetti, rinvio a giudizio per il don di Chiavenna

Torna su
SondrioToday è in caricamento