Morbegno, l'orchestra Vivaldi e Passerini al chiostro del Sant'Antonio

Venerdì 22 settembre sarà presentata al pubblico l'intera Stagione Artistica del Comune di Morbegno

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SondrioToday

Dopo il successo dello scorso anno, si apre venerdì 22 settembre, alle ore 21.00, la nuova Stagione Artistica del Comune di Morbegno. Nata dalla collaborazione fra le molte associazioni musicali locali e patrocinata dell'Assessorato alla Cultura, la nuova Stagione ci accompagnerà sino alla prossima estate 2018.

Il concerto di inaugurazione, affidato alla bacchetta del Maestro morbegnese Lorenzo Passerini, alla guida dell'Orchestra Antonio Vivaldi, si terrà nel bellissimo chiostro dell'Auditorium Sant'Antonio, uno dei luoghi simbolo della storia e dell'arte della Città del Bitto. La serata sarà interamente dedicata al grande compositore e violinista di eccezionale talento Antonio Vivaldi.

Il concerto, dal titolo "¡VIVA VIVALDI!  - Pagine rare, echi e stravaganze dall'opera di Antonio Vivaldi", ci proporrà opere poco conosciute ma di grande valore artistico. 7 rari concerti di straordinaria bellezza permetteranno anche ai più esperti di riscoprire il genio del Maestro veneziano. Ascolteremo, fra gli altri, il Concerto per flauto "Gran Mogol", che, sopravvissuto nell'oblio per oltre 250 anni, venne rinvenuto soltanto nel 2010, e il suggestivo Concerto “per Eco in Lontano”, in cui la presenza dei Violini d’eco accanto al Violino solo segna un apice di originalità nell'inesauribile creatività del grande compositore. Sul palco, a fianco dell'Orchestra Vivaldi, i solisti Marcello Miriamoti al violino e Tommaso Benciolini al flauto. Il concerto rappresenta anche l'occasione per presentare al pubblico l'intera Stagione Artistica, che raccoglie oltre 30 eventi di varia natura.

Presenti saranno il Sindaco Andrea Ruggeri e l'Assessore alla Cultura Claudio D'Agata, che illustreranno l'interro cartellone. L’ingresso è libero sino ad esaurimento dei posti disponibili.

Torna su
SondrioToday è in caricamento