Il padre non lo vede e lo investe con il camion: 21enne residente a Teglio muore schiacciato contro un muro

Il tragico incidente in provincia di Lodi nella serata di martedì 4 febbraio

Immagine d'archivio

Un operaio di 21 anni, G.N. le sue iniziali, residente a Teglio di origine pakistana, è morto nella serata di martedì 4 febbraio 2020 dopo essere stato schiacciato dal camion frigorifero guidato dal padre mentre compiva una  manovra in un'azienda di logistica di Tavazzano con Villavesco, in provincia di Lodi.

Stando alle prime ricostruzioni, il ragazzo sarebbe stato schiacciato contro un muro dal camion in manovra senza avere scampo. La tragedia è avvenuta qualche minuto prima delle 18, mentre i due si accingevano a depositare il carico trasportato.

Immediata l'allerta al 118 ma quando, sul posto, sono arrivati i sanitari, per il giovane non c'era, ormai, già più niente da fare. Dopo un'ora di rianimazione d'ugenza il cuore del giovane ha smesso di battere. Sul luogo dell'incidente anche i tecnici dell'Ats e i carabinieri.

Sotto choc il padre, che non si era reso conto della mossa improvvisa del ragazzo nel buio, forse spinto dalla volontà di aprire il cassone del tir per iniziare le attività di scarico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Valchiavenna, Della Bitta: «Raccomando calma e responsabilità»

  • Frontale sulla Valeriana: grave un ragazzo

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: ora sono 27. Morta una donna

  • Di nascosto vendeva superalcolici a giovanissimi: denunciato barista del centro di Morbegno

  • Ubriachezza, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale: richiesto il rimpatrio di tre giovani nel Morbegnese

  • Coronavirus, i casi salgono a sei: gravissimo un 38enne, si teme un focolaio

Torna su
SondrioToday è in caricamento