Botte e violenze contro il figlio di 7 anni della compagna, arrestato giovane valtellinese

In carcere un ragazzo di 24 anni accusato di maltrattamenti e lesioni personali aggravate. Il bambino era finito in ospedale per i colpi ricevuti

Gravissimo episodio nel tiranese dove un giovane valtellinese, classe 1995, è stato arrestato per maltrattamenti e lesioni personali aggravate ai danni del figlio di sette anni della propria compagna. Accuse molto pesanti che confermano la notizia "informale" già circolata in provincia di Sondrio nei giorni scorsi. 

Il personale della Questura di Sondrio nel pomeriggio di lunedì 27 ottobre ha eseguito la misura della custodia cautelare in carcere dopo aver acclarato il reiterato uso della violenza nei confronti del bambino.

L'episodio

I sospetti erano iniziati lo scorso mercoledì 16 ottobre quando la piccola vittima si era presentata, accompagnata dalla madre, in Pronto Soccorso attorno alle ore 23.30, con numerosi ematomi sul corpo.

La versione, raccontata al personale medico dalla madre, raccontava di colpi violenti inferti al bambino da un coetaneo all’interno della scuola frequentata dal minore.

I medici, però, insospettiti dalla gravità delle lesioni riportate (20 giorni di prognosi), e dal fatto che alcune di esse risultavano provocate alcuni giorni prima, hanno subito avvisato gli Operatoti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura i quali, su disposizione del P.M. di turno Dott.ssa Elvira Antonelli, hanno compiuto i primi atti d’indagine. 

Il depistaggio

Nel tentativo di depistare le indagini, il giorno successivo, il convivente della madre del bambino presentava formale denuncia presso i carabinieri di Tirano incolpando un minore per le lesioni e le maestre per omessa vigilanza.

Gli Agenti della Squadra Mobile, però, nel corso dei successivi giorni hanno delineato il contesto in cui sono avvenute le lesioni e hanno raccolto materiale probatorio sufficiente affinchè il P.M. Dott.ssa Elvira Antonelli avanzasse richiesta di misura cautelare al GIP del Tribunale di Sondrio Dott. Pietro Della Pona nei confronti del convivente della madre.

Le indagini hanno permesso di accertare l’assoluta estraneità del bambino accusato ingiustamente e degli insegnanti. Per questo motivo l’arrestato è anche indagato per calunnia aggravata. All’attività di indagine ha partecipato Personale del Settore Polizia di Frontiera di Tirano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo spettacolo della neve in Valtellina

  • Livigno, troppa neve sul Passo del Foscagno: chiuso per 4 ore per motivi di sicurezza

  • Compra banconote sbiancate credendo siano vere, truffato ristoratore di Bianzone

  • La neve continua a scendere a Livigno, Passo della Forcola chiuso definitivamente per l'inverno

  • Camion con cronotachigrafo manomesso: denunciati tre valtellinesi

  • In Valtellina i carabinieri antiterrorismo

Torna su
SondrioToday è in caricamento